Redazione Paese24.it

Trebisacce, in arrivo i “buoni lavoro” per categorie disagiate

Trebisacce, in arrivo i “buoni lavoro” per categorie disagiate
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Distribuire buoni-lavoro (vaucher) alle categorie disagiate per lo svolgimento di attività lavorative di natura occasionale, piuttosto che elargire contributi a fondo perduto che non producono alcun beneficio alla comunità e rischiano anche di offendere la dignità delle persone che li ricevono.

E’ quanto prova a fare l’amministrazione comunale di Trebisacce cercando di coniugare il soddisfacimento dei bisogni delle categorie più disagiate, (disoccupati, inoccupati, pensionati, percettori di basso reddito ed anche studenti-lavoratori), con gli interessi più generali del comune che intende utilizzare questi soggetti in attività lavorative di giardinaggio, custodia, pulizia e manutenzione del patrimonio comunale (edifici, strade, parchi, monumenti…).

La retribuzione derivante dalle attività svolte si sostanzierà attraverso “buoni-lavoro” che garantiscono anche la copertura previdenziale Inps e quella assicurativa da parte dell’Inail, essa è esente da ogni imposizione fiscale e può essere riscossa presso qualsiasi ufficio postale del territorio nazionale. I prestatori d’opera ovviamente devono essere residenti nel comune di Trebisacce da almeno un anno.

Per l’ingaggio dei soggetti interessati, secondo quanto si evince dalla nota emessa dal comune, non sarà redatta alcuna graduatoria di merito, ma il personale verrà reclutato in base alle necessità dell’ente, in relazione alle attività da svolgere e tendendo comunque conto della cronologia della domanda, da presentarsi entro il 2 aprile 2013 alle ore 13.00, oltre naturalmente all’esperienza lavorativa maturata nel settore indicato.

Pino La Rocca

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *