Redazione Paese24.it

Una scolaresca di Rossano in visita alla Capitaneria di porto

Una scolaresca di Rossano in visita alla Capitaneria di porto
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

scolaresca rossano guardia costieraContinuano anche durante l’anno scolastico 2012/2013 gli appuntamenti della Guardia Costiera con gli studenti delle scuole medie elementari, medie inferiori e superiori dello jonio cosentino per lezioni di educazione civica del mare.

La sicurezza in mare e la tutela dell’ambiente marino costituiscono, infatti, due obiettivi che da sempre il Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia costiera persegue con grande impegno ed efficacia; anche quest’anno gli uomini e le donne diretti dal Capitano di Fregata (CP) Antonio D’Amore sono impegnati in un’attività di comunicazione che ha come destinatarie le giovani generazioni.

Dopo gli incontri presso i plessi scolastici con gli studenti dei licei classico “Colosimo” e scientifico “Bruno” nonché dell’IPSIA “Nicholas Green” di Corigliano Calabro, del 1° istituto comprensivo di Castrovillari, è una scolaresca a recarsi in Capitaneria nell’ambito di un progetto per l’educazione ambientale.

Nei giorni scorsi, infatti, una quarantina di alunni del 3° istituto comprensivo di Rossano, diretto dalla dirigente Elisabetta Cataldi, accompagnati da 5 docenti, si sono recati presso la Capitaneria di porto di Corigliano Calabro per conoscere meglio le attività della Guardia Costiera e l’impegno a tutela della sicurezza della vita umana in mare e della balneazione ma anche dell’ambiente marino e costiero.

Ai ragazzi, anche con l’ausilio di materiale audiovisivo predisposto dal Comando Generale, sono state spiegate le piccole utilissime regole quotidiane per vivere un mare più sicuro e per contribuire tutti da bagnanti alla tutela dell’ambiente litoraneo e del mare.

Dopo aver meglio compreso il lavoro degli uomini e delle donne della Guardia costiera, la scolaresca si è spostata in porto per una visita a bordo di una  motovedetta, della quale sono state spiegate dai militari le apparecchiature utilizzate per le attività di ricerca ed il soccorso in mare e la navigazione costiera.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *