Redazione Paese24.it

Ad Amendolara una Via Crucis vivente con dedica particolare

Ad Amendolara una Via Crucis vivente con dedica particolare
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

via crucis amendolara 2013Le condizioni atmosferiche non particolarmente favorevoli non hanno impedito, mercoledì sera, lo svolgimento della Via Crucis vivente ad Amendolara Paese, la prima in memoria della compianta Rosanna Presta, scomparsa alcuni fa, collaboratrice della parrocchia S. Margherita e la prima a svolgere il ruolo di Maria nella rappresentazione del 1988. Una Via Crucis vivente, quella di quest’anno, frutto di un importante lavoro di preparazione, sostenuto dall’impegno dei figuranti, giovani e adulti, che per circa un mese si sono dedicati con costanza alle prove.

La manifestazione che ha rievocato le ultime ore della vita di Cristo sulla terra si è snodata per le vie di Amendolara centro per concludersi davanti al convento di San Domenico, luogo del Calvario. La rappresentazione di mercoledì è stata preceduta nella sera della Domenica delle Palme da un’altra Via Crucis, di preghiere e riflessioni contemporanee, che partendo dalla chiesa della Marina si è protratta in processione per oltre tre chilometri, raggiungendo il Paese, collegando simbolicamente le due parrocchie.

Pasqua e Pasquetta all'agriturismo Santa Marina di Oriolo (clicca per ingrandire

Pasqua e Pasquetta all’agriturismo Santa Marina di Oriolo (clicca per ingrandire

GRUPPO VIA CRUCIS VIVENTE AMENDOLARA 2013:

Gesù Cosimo Presta; Maria Maria Pina Gaetano; Apostoli Pietro: Mario Fasano, Giovanni: Salvatore Rinaldi, Giacomo: Giovanni Barletta, Giuda: Donato Corrado, gli altri: Umberto Gallicchio, Giuseppe Mortoro, Pasquale Stamato, Salvatore Puglia, Mario Varlaro, Piero Ciminelli, Rocco Santalucia; Giuseppe Cirigliano; Sommo sacerdote Caifa: Tonino Madeo; Sommo Sacerdote: Dino Rinaldi; Guardie del Sinedrio:Rocco Dattoli, Santino Roma, Alessandro Puglia; Serve del sinedrio: Anna Maria Leonetti, Giusy Dattoli; Pilato: Massimiliano Zaccaria; Centurione: Anthony Fittipaldi; Soldati Romani: Riccardo Gallicchio, Dario Barletta, Girolamo Mitidieri, Paki Munno; Barabba: Vincenzo Lofrano;  Ancella di Pilato: Francesca Fumaio; Cireneo: Rocco Fittipaldi; Veronica: Lidia Salvia; Pie donne: Franca Lacanna, Fiorella Gerundino; Maddalena: Filomena Gerundino; Ladroni: Leonardo Oriolo, Pasquale Russo

Si sono prodigati per la buona riuscita dell’evento, a vario titolo: i due parroci, don Franco Gimigliano e don Diego Talarico (parrocchia Madonna della Salute in Marina), Luisa Recchia, Leonardo Elia, Chiara Gentile, Anna Maria Fittipaldi e l’Amministrazione comunale.

 Vincenzo La Camera

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *