Redazione Paese24.it
COMMENTI

Cosenza, truffavano attraverso finte associazioni assistenziali. In manette sette persone

Cosenza, truffavano attraverso finte associazioni assistenziali. In manette sette persone
Diminusci Dimensioni Aumenta Dimensioni Dimensioni Testo Stampa Articolo
Download PDF
Alcuni dettagli dell'operazione "Cuore e Sorriso"

Alcuni dettagli dell’operazione “Cuore e Sorriso”

Sostenevano di aiutare i più bisognosi, ma in realtà truffavano gli ignari donatori. Con questa motivazione, nelle prime ore della mattinata di martedì 9 aprile,  100 carabinieri del Comando provinciale dei carabinieri di Cosenza hanno eseguito nelle province di Cosenza, Milano, Taranto e Lecce, un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Cosenza su richiesta della locale procura nei confronti di sette persone (uno, invece, è ricercato in Germania ndr), ritenute responsabili di associazione per delinquere finalizzata alle truffe perpetrate attraverso due fittizie associazioni assistenziali.

Le investigazioni, che hanno portato all’operazione “Cuore e Sorriso”, hanno accertato la piena responsabilità di tutti i sette arrestati, tra cui una donna, i quali, appunto, avevano costituito due finte associazioni assistenziali, con siti internet e mail-box, per la raccolta di fondi in numerose città d’Italia inducendo in errore gli ignari donatori. In realtà, non svolgevano alcuna attività assistenziale, provvedendo a suddividere i fondi raccolti tra i sodali in base al ruolo ricoperto nell’organizzazione criminale. In manette sono finiti: S. D. (“presidente” del gruppo), A. M. (l’unica donna e “presidentessa” dell’organizzazione), S. S., G. S., G. P. (“il segretario”), A. D. F. e D. D.

Pasqualino Bruno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *