Redazione Paese24.it

Rocca Imperiale, la poesia di Fusca tra amore ed erotismo

Rocca Imperiale, la poesia di Fusca tra amore ed erotismo
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

SONY DSCSerata di amore e poesia a Rocca Imperiale dove, martedì, l’ex ispettore Miur Francesco Fusca ha presentato il suo “Canzoniere d’Amore 6”, nona edizione di una collana da lui diretta. Nella sala convegni del Monastero dei Frati Osservanti, c’erano, oltre al poeta di Spezzano Albanese e a numerosi ospiti, anche la Dirigente scolastica del locale Comprensivo, Marisa Veltri; il sindaco di Rocca, Ferdinando Di Leo, come padroni di casa; e ancora il Dirigente scolastico del Comprensivo di Amendolara Walter Bellizzi e la scrittrice Nuccia Benvenuto.

La poesia protagonista nel “paese della poesia”. Più che un convegno, un salotto culturale, come lo ha definito la dirigente Veltri, dove la poesia si eleva a megafono di emozioni, lì dove un pensiero razionale non può arrivare. “Canzoniere d’Amore 6”, curato nella forma e nella grafica; pregevole al tatto è un tascabile di sentimenti dove Francesco Fusca racconta a modo suo, sferzante, lontano da griglie mentali, l’amore e l’amarsi, dove la trasgressione non è pornografia ma semplicemente spogliare l’Amore dei suoi tabù.

«Pensarti è Bene, Sentirti è Sesso, Saperti è Amore», scrive Fusca. Il rapporto tra amore ed erotismo. Fusca decanta l’amore tra l’uomo e la donna, arricchendo i versi con disegni originali che rendono “Canzoniere d’Amore 6” un manuale della passione. L’uomo è libero con la poesia, i suoi versi sono nell’aria, ha commentato il dirigente Bellizzi nel suo articolato intervento. La poesia è forse l’arte più “democratica” che rende gli uomini simili. I versi non appartengono certo a chi li scrive e ma chi li vive, perchè, come dice Fusca,«solo la poesia ci salverà».

Vincenzo La Camera

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *