Redazione Paese24.it

Villapiana, incendiati automezzi privati nella zona industriale

Villapiana, incendiati automezzi privati nella zona industriale
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF
Repertorio

Repertorio

Incendiati, nella tarda serata di giovedì, due camion e danneggiati altri mezzi, di una società che produce asfalti per uso stradale, parcheggiati all’interno dell’area di proprietà dell’azienda sita nel bel mezzo dell’area industriale di Villapiana.

Il fuoco si è sviluppato intorno alle 22 ed ha pressoché ridotto in cenere i due camion e seriamente danneggiati altri mezzi dell’azienda parcheggiati a poca distanza. Solo per un caso, oltre che per la concomitante assenza di vento e per l’intervento dei Vigili del Fuoco, prima quelli di Trebisacce e successivamente quelli di Castrovillari, le fiamme non si sono propagate a tutto l’impianto che, trattando prodotti bituminosi e quindi derivati dal petrolio, sarebbe andato completamente distrutto.

Secondo le prime indiscrezioni, si tratterebbe di un episodio grave perché di probabile matrice dolosa. Sul posto sarebbero stati trovati oggetti sospetti ed il fuoco, particolare non secondario, si sarebbe infatti sviluppato a partire dalle gomme dei mezzi. La notizia, diffusasi ben presto a Villapiana e nei paesi vicini, non lascia tranquilli gli imprenditori e gli amministratori comunali di Villapiana che tanto si adoperano per incentivare le iniziative imprenditoriali con l’obiettivo di dare fiato all’economia locale. L’assessore alle Attività Produttive del comune di Villapiana Pino Leone questa mattina (venerdì) ha fatto visita all’azienda ed ha portato ai titolari dell’attività, quasi tutti della vicina Corigliano, il sostegno e la solidarietà dell’amministrazione comunale.

«Siamo sorpresi – ha dichiarato l’assessore Leone – perché è la prima volta che a Villapiana si verificano episodi del genere e al tempo stesso molto preoccupati perché vengono colpite, in un momento di particolare crisi economica e sociale, quelle poche aziende che tentano di stare sul mercato a costo di tanti sacrifici. Un attentato del genere, se di questo si tratta, – ha concluso l’assessore Leone – ci rattrista e chiediamo perciò con forza alle istituzioni che ci governano di potenziare gli organici delle Forze dell’Ordine e tutte le apparecchiature di video-sorveglianza per evitare che tra la gente si diffonda l’insicurezza e la sfiducia nelle istituzioni».

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *