Redazione Paese24.it

Rossano, uno spot televisivo per ricordare la giornalista Maria Rosaria Sessa

Rossano, uno spot televisivo per ricordare la giornalista Maria Rosaria Sessa
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Maria Rosaria SessaPer ricordare la figura di Maria Rosaria Sessa, giornalista televisiva di Metrosat, distintasi per l’impegno e la passione in questa professione, il Circolo della Stampa “Maria Rosaria Sessa,” unitamente alla Provincia di Cosenza, ha voluto fortemente promuovere un concorso riservato alle scuole superiori della provincia di Cosenza per l’assegnazione del premio Maria Rosaria Sessa 2^ Edizione – anno 2013.

Il premio prevede la realizzazione di uno spot tv per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della violenza sulle donne e, in particolare, sul fenomeno oggi definito: “femminicidio.” Lo spot vincitore sarà trasmesso sulle emittenti tv della provincia di Cosenza che hanno manifestato, alla data della pubblicazione del bando, la propria disponibilità. Ogni scuola partecipante potrà presentare massimo tre progetti. Ogni elaborato dovrà coinvolgere almeno quattro studenti fino ad un massimo di 10. Ogni spot dovrà avere la durata max di un minuto. Le scuole superiori che intendono partecipare al concorso dovranno far pervenire, per mezzo raccomandata a/r ed entro il 10 Maggio 2013, lo spot in triplice copia DVD assieme al materiale cartaceo delle schede progettuali, con la dicitura “Premio Maria Rosaria Sessa” o consegnare a mano, presso la sede della Provincia di Cosenza (Assessorato alla Cultura e Pubblica Istruzione), viale Crati in contrada Vaglio Lise 87100 Cosenza, entro le ore 12 del giorno di scadenza fissato.

La valutazione dei lavori presentati è demandata all’insindacabile giudizio della Commissione giudicatrice. La cerimonia di premiazione delle scuole, le quali saranno avvisate direttamente dalla segreteria del premio, avverrà nel mese di maggio-giugno 2013.

Si tratta, dunque, di una valida iniziativa per ricordare la figura di una giovane e promettente ragazza rossanese, Maria Rosaria Sessa, proiettata ad una brillante carriera giornalistica. Un sogno, purtroppo, interrotto per sempre da un uomo geloso e possessivo che, 10 anni fa, la uccise con un coltello da cucina all’interno della sua autovettura sulla strada che collega Cosenza a Paola. Una pagina triste per la famiglia Sessa-Curia, per i tanti amici e colleghi, per il giornalismo calabrese e per l’intera comunità rossanese. L’indimenticabile amica e collega Maria Rosaria, comunque, rimarrà sempre presente nella memoria di tutti.

Antonio Le Fosse

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *