Redazione Paese24.it

Reggio Calabria, macabra scoperta della Forestale. Un vero zoo di animali imbalsamati in casa

Reggio Calabria, macabra scoperta della Forestale. Un vero zoo di animali imbalsamati in casa
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

foto animali imbalsamatiUn vero e proprio “zoo” di animali imbalsamati, volatili di ogni tipo ma anche rettili e mammiferi, quasi tutti appartenenti a specie protette. Questo il macabro spettacolo apparso alla Forestale nell’ “abitazione-laboratorio” di un tassidermista abusivo a Reggio Calabria, dove come in tutta la regione la tassidermia è rigorosamente vietata. Quasi 700 gli animali imbalsamati rinvenuti in ogni angolo della casa e finiti sotto sequestro: aironi, rapaci di ogni genere tra cui allocchi, aquile e falchi, grifoni, gabbiani, galline, palmipedi, picchi, pappagalli, ma anche scoiattoli, volpi, pelli di lupo, volpe o scoiattolo, teste di cervo, cinghiale o camoscio.

E non è finita: dietro lo sportello del freezer altre decine di esemplari pronti per il loro destino da trofei. Fauna in gran parte protetta e considerata non cacciabile dalle leggi che regolano l’attività venatoria o dalle normative relative alla Convenzione di Washington sulle specie minacciate di estinzione.

foto animali imbalsamati 2A coordinare l’operazione è stato il Nucleo Operativo Antibracconaggio dell’Ispettorato Generale di Roma del Corpo forestale dello Stato, in collaborazione con il Comando Provinciale di Reggio Calabria. Perquisizione e sequestro sono stati eseguiti dai Forestali dietro disposizioni della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria.

L’imbalsamatore è stato denunciato per detenzione irregolare di specie protette e le indagini della Forestale sono ancora in corso per far luce sull’inquietante scoperta o individuare eventuali connivenze.

v.l.c.

 

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *