Redazione Paese24.it

Amendolara, rischi e benefici dello sport. Ospite l’ex calciatore del Cosenza Gigi De Rosa

Amendolara, rischi e benefici dello sport. Ospite l’ex calciatore del Cosenza Gigi De Rosa
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

convegno sport amendolara marinaChe lo sport faccia bene al corpo e alla mente ormai è un concetto risaputo. A patto però che lo stesso venga praticato in sicurezza fisica e di strutture, e su queste ultime l’Alto Jonio accusa ancora un imperdonabile ritardo. Se ne è parlato nel salone parrocchiale di Amendolara Marina in un incontro organizzato dalla locale associazione culturale “La Maieutica”.

Proprio il presidente del sodalizio, l’avvocato Anna Isa Lacanna ha aperto i lavori dando il benvenuto agli ospiti e ai relatori. Il nocciolo centrale dell’incontro gli interventi dei due medici, Rosanna De Marco e Sergio Bartoletti che è responsabile dell’Unità Operativa di Medicina dello Sport del distretto di Rende. Mentre la De Marco ha insistito su una corretta alimentazione, a Bartoletti è toccato analizzare due casi di morte improvvisa che hanno colpito i calciatori Morosini del Livorno e Feher del Benfica, sottolineando l’importanza dei controlli medici costanti e la possibilità di utilizzare il defibrillatore. Proprio questo apparecchio in questi mesi è oggetto di una campagna sociale da parte della Provincia di Cosenza che ha consegnato e consegnerà il prezioso macchinario a società sportive, comuni e associazioni del territorio. E sopratutto in un comprensorio come quello dell’Alto Jonio, depredato di tutti i servizi sanitari, è alquanto fondamentale per le organizzazioni presenti dotarsi di un defìbrillatore.

Ospite d’eccezione al tavolo degli interventi, moderati dal giornalista e direttore di Paese24.it Vincenzo La Camera, l’ex calciatore Gigi De Rosa, 500 presenze in carriera e una vita nel bel Cosenza di serie B dei vari Marulla, Napolitano, Caramel e dello sfortunato Bergamini. De Rosa è tornato sulla corretta alimentazione scendendo nell’aspetto più curioso e raccontando ai presenti le modalità di alimentazione di uno sportivo nel pre e nel post gara.

L’intervento dell’avvocato Antonio Bianchi, presidente della Camera Minorile di Castrovillari, invece, ha avuto il tono della denuncia e approfittando della Giornata Mondiale della Pedofilia ha inteso squarciare il velo dell’omertà che spesso nasconde soprusi di alcuni allenatori su piccoli allievi. Ha concluso la serata la fiduciaria del Coni per l’Alto Jonio cosentino, Annamaria Cetera, impegnata da alcuni anni sul territorio nella riscoperta dei veri valori dello Sport che vanno ben oltre il mero risultato agonistico.

Vincenzo La Camera

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *