Redazione Paese24.it

Motomondiale, un po’ di Calabria al Gp d’Italia del Mugello

Motomondiale, un po’ di Calabria al Gp d’Italia del Mugello
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

I Tre ufficiali di gara calabresi sul Circuito del Mugello nel GP d'Italia 2013Tre calabresi, due di Rossano ed uno di Cosenza, sono stati ufficiali di gara durante il Motomondiale di scena, domenica 2 giugno 2013, in Italia e sul circuito internazionale del Mugello (Firenze). Questi sono: Pasquale Orlando, Francesco Orlando e Roberto Dodaro. Tutti e tre hanno ottenuto la licenza di ufficiali di gara rilasciata dall’A.C.I. (Automobile Club Italia), dal C.S.A.I. (Commissione Sportiva Automobilistica Italiana),  dall’A.U.G. (Associazione Ufficiali di Gara) di Cosenza e dalla F.M.I. (Federazione Motociclistica Italiana). Un giusto riconoscimento per i tre calabresi che, durante l’importante appuntamento annuale riservato alle due ruote in terra Toscana, hanno garantito il regolare svolgimento della gara dalle loro rispettive postazioni sul circuito italiano. Al termine dell’appassionante ed avvincente competizione sportiva, oltre alla premiazione dei vincitori saliti sul podio, tutti gli ufficiali di gara hanno ottenuto il plauso, oltre ad una targa ricordo, da parte degli organizzatori del Motomondiale.

Piena soddisfazione, infine, è stata manifestata dai tre ufficiali di gara provenienti dalla Calabria che, per la prima volta, hanno vissuto un week-end emozionante ed indescrivibile nell’assistere, direttamente, ad un evento internazionale dove sul circuito toscano si sono dati “battaglia” i migliori piloti di fama mondiale con la vittoria, nel GP d’Italia al Mugello, di Jorge Lorenzo (SPA) su Yamaha. Lo spagnolo, campione del mondo in carica, ha subito bruciato il connazionale Daniel Pedrosa su Honda, anche lui in pole position, e non ha più mollato il comando fino alla fine della gara. Ordine d’arrivo: Jorge Lorenzo (SPA) su Yamaha, Daniel Pedrosa (SPA) su Honda, Cal Crutchlow (GBR) su Yamaha, Stefan Bradl (GER) su Honda, Andrea Dovizioso (ITA) su Ducati. Gara sfortunata, invece, per il beniamino di casa Valentino Rossi che, dopo essere stato urtato dal pilota Bautista, è stato costretto al rientro nei box in cui ha dovuto dire addio ai sogni di gloria su un circuito che, in diverse circostanze, lo ha visto protagonista assoluto.

Antonio Le Fosse

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *