Redazione Paese24.it

Il Coni porta ad Amendolara la 3^ “Serata dei Discoboli”

Il Coni porta ad Amendolara la 3^ “Serata dei Discoboli”
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF
De Rosa e la Cetera

De Rosa e la Cetera

Si è svolta ad Amendolara centro, nell’auditorium cittadino, la 3^ serata dei Discoboli, organizzata dal Coni con la fiduciaria dell’Alto Jonio Annamaria Cetera in collaborazione con l’Amministrazione comunale. Luigimaria Pitaro con un video sulle attività provinciali del Coni ha fatto da apripista al servizio sulla Calabria del regista di divulgazione scientifica Teodoro Mercuri. Nel corso della serata, condotta dalla professoressa Cetera, si sono alternati sul palco campioni dello sport come: Gigi De Rosa, ex calciatore del Cosenza; l’arbitro di Eccellenza Baratta accompagnato dal presidente AIA di Rossano Luigi De Gaetano; il tuffatore cosentino di levatura mondiale Giovanni Tocci; il direttore sportivo di calcio Eugenio Caligiuri che opera nella serie A belga, già team manager di Cosenza e Salernitana.

A difendere la bandiera dell’Alto Jonio, l’amendolarese Teofilo Blefari, maratoneta per passione che ha partecipato a 61 anni alla maratona di Milano e per il kick boxing il rosetano Rossini che sta conquistando diversi riconoscimenti nel panorama nazionale. Dalla vicina Lucania, lungo le affinità culturali e storiche che legano queste due regioni, soprattutto la Calabria Citra, è giunto il maestro di sci Pasquale Larocca che ha presentato il piccolo campione regionale di appena 9 anni Leonardo Di Sanzo.

Alla manifestazione ha assistito anche il presidente del Coni provinciale, Pino Abate. Anche un intermezzo letterario con la lettura della poesia “Goal” di Umberto Saba da parte della vicepresidente dell’Associazione per lo Sviluppo dell’Alto Jonio “Umberto Pagano”, Marilena Salerno. E per il cinema la star del momento, il piccolo Kristian Favoino, il noto “Davide” della fiction di Rai1 “Che Dio ci aiuti”.

La “Serata dei Discoboli”, con la tappa di Amendolara, diventa così itinerante aprendo magari alla consuetudine di svolgersi ogni anno in un comune diverso dell’Alto Jonio per contribuire con i valori dello sport a mantenere unito questo territorio.

Vincenzo La Camera

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *