Redazione Paese24.it

Roseto, nel campo sportivo la terra battuta lascerà il posto all’erba sintetica

Roseto, nel campo sportivo la terra battuta lascerà il posto all’erba sintetica
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

aaaNuovo look per lo Stadio Comunale di Roseto Capo Spulico. Il campo sportivo della cittadina jonica sarà presto dotato di un nuovo manto sintetico, che prenderà il posto dell’attuale terreno di gioco in terra battuta. Il progetto riguarda i “lavori di adeguamento funzionale e messa in sicurezza dell’impianto sportivo polivalente destinato a centro di aggregazione per la popolazione locale, turistica e scolastica. Approvazione progetto preliminare”, e interesseranno il campo sportivo di Viale Olimpia, dove disputa il campionato di Prima Categoria la Juvenilia Roseto. Il progetto presentato dall’Assessore allo Sport e alle Politiche Giovanili, Rocky Paladino, sarà realizzato accedendo a un mutuo messo a bando dalla  Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per gli Affari Regionali, il Turismo e lo Sport, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze con Decreto 25 febbraio 2013, e prevede una somma di 572.771,40 euro, di cui già 96.011,22 sono disponibili da parte del Comune.

Una scelta “green”, dunque, non solo per il colore del nuovo manto erboso, ma anche per quanto riguarda l’attenzione rivolta dall’Amministrazione verso le nuove forme di energie rinnovabili. Lo Stadio Comunale, così come  tutti gli edifici comunali, sarà dotato di pannelli fotovoltaici, posizionati sugli spogliatoi, che serviranno a ridurre i consumi e al contempo ad aiutare l’ambiente. In fase di ultimazione, invece, i campetti di calcio a 5 e tennis adiacenti al campo sportivo, realizzati grazie ad un finanziamento di 170.000. “Questo progetto – afferma l’Assessore allo Sport, Paladino – può rappresentare un’ulteriore carta per un sempre maggiore richiamo turistico. Infatti, tali strutture di livello garantiscono un buon servizio per la pratica dello sport durante tutto l’anno ma soprattutto d’estate quando i turisti vogliono trascorrere ore di svago praticando lo sport ma su strutture moderne e gratificanti”.

Giovanni Pirillo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *