Redazione Paese24.it

Ospedale, Mundo incontra Scopelliti. Governatore vuole “rimediare” con un pronto soccorso avanzato

Ospedale, Mundo incontra Scopelliti. Governatore vuole “rimediare” con un pronto soccorso avanzato
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

trebisacce-Ospedale1Sull’ospedale di Trebisacce non è ancora detta l’ultima parola: c’è infatti chi continua a battersi per alimentare la fiammella della speranza. Ma c’è ancora di più: il presidente della regione Scopelliti, incontrando lunedì a Catanzaro il sindaco di Trebisacce Francesco Mundo, avrebbe ribadito la volontà di voler rimediare in qualche modo alla “svista” inserendo nella revisione del Piano di Rientro triennale 2013/2016 l’istituzione di un Pronto Soccorso avanzato h/24 per far fronte all’emergenza-urgenza. Lo stesso Scopelliti avrebbe confidato al sindaco Mundo che già a suo tempo lui stesso avrebbe fatto presente all’Agenas che chiudere l’ospedale di Trebisacce era stato un errore. Per la cronaca, l’Agenas è l’agenzia nazionale per i servizi sanitari, che svolge il ruolo di collegamento e di supporto decisionale tra le regioni ed il ministero della Salute, in grado quindi di incidere sulle scelte sanitarie nazionali.

(clicca per ingrandire)

(PARAFARMACIA DI TREBISACCE clicca per ingrandire)

In realtà, nonostante siano già trascorsi 15 mesi dalla chiusura dell’ospedale di Trebisacce (31 marzo 2012), non è del tutto sopita la speranza di un possibile ripensamento e c’è ancora tanta gente che non si rassegna e si batte, con sobrietà ma anche con tenacia, per tenere viva la speranza che prima o poi ci si ravveda del grave torto subito dalle popolazioni dell’Alto Jonio che hanno perduto l’unico presidio sanitario, pubblico e privato, esistente nel raggio di 100 chilometri. Il sindaco Mundo continua a seguire il percorso istituzionale, convinto che sia quella la strada per  pervenire a qualche risultato. C’è inoltre chi si batte con le armi di cui dispone, cercando di tener vivo l’interesse per l’ospedale e fare in modo che non vinca la rassegnazione.

Nel prossimo mese sono infatti in programma due iniziative, simboliche ma forti, per far arrivare a chi di competenza un ulteriore messaggio: la traversata a nuoto dello Stretto di Messina che compirà il generoso trebisaccese Gaetano Napoli che si allena da mesi per l’ardua impresa ed il viaggio in bicicletta da Trebisacce a Reggio Calabria organizzato dal gruppo ciclistico di Trebisacce.

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *