Redazione Paese24.it

Villapiana, emergenza acqua per l’estate?

Villapiana, emergenza acqua per l’estate?
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

acquaArriva l’estate, la popolazione residente, nonostante la crisi generalizzata, tende  a moltiplicarsi a Villapiana come negli altri paesi costieri che vivono di turismo estivo, ma la Sorical (la società regionale che gestisce le risorse idriche) fa finta di niente e continua a fornire sempre la stessa dotazione idrica, per cui l’amministrazione comunale è costretta da alcuni giorni a razionalizzare il prezioso liquido. E non è certo un bel biglietto da visita per quella parte dei turisti che, avendo a Villapiana la seconda casa, chiuse le scuole, ha già trasferito la propria residenza nella cittadina jonica.

Un’emergenza, questa, messa in evidenza dal sindaco Roberto Rizzuto che, interessato al problema da molte segnalazioni e preoccupato di farsi garante di un servizio così importante, è già corso ai ripari intervenendo presso la Sorical (ex ufficio acquedotti con sede a Trebisacce), mettendo sull’avviso i propri concittadini e invitandoli a fare dell’acqua un uso il più possibile parsimonioso. «Come avrete certamente notato – ha scritto infatti il sindaco ai suoi concittadini – in questi giorni stiamo avendo seri problemi idrici. Il tutto è causato dalla gestione della Sorical che non riesce né a mettere in funzione i cosiddetti pozzi estivi, né a garantire la manutenzione ordinaria e straordinaria (perdite e rotture) della condotta centrale e né ad aumentare la dotazione idrica ai comuni costieri che con l’arrivo dell’estate aumentano di popolazione». In realtà il territorio di Villapiana è abbastanza articolato, con tre grossi agglomerati urbani (Centro, Lido e Scalo) e tantissime contrade rurali, per cui non è semplice garantire una distribuzione omogenea del prezioso liquido. Il problema più grave sembra però, per una questione di altimetria, riguardare il centro storico. Il primo cittadino non intende arrendersi e non disdegna di chiamare in causa S.E. il Prefetto Cannizzaro come diretta autorità istituzionale.

«Insieme agli altri sindaci – ha scritto infatti Roberto Rizzuto – ho chiesto un incontro urgente a S.E. il Prefetto, proprio per affrontare e portare a soluzione il problema, anche perché siamo già in estate e dobbiamo assolutamente evitare che anche quella dell’acqua possa diventare una ulteriore emergenza. Nel frattempo – ha concluso il sindaco di Villapiana – siamo costretti a razionalizzare il servizio per dare tempo ai serbatoi di fare il pieno. In ogni caso, in questo periodo è necessaria la collaborazione di tutti e pertanto vi chiedo che si faccia dell’acqua solo un uso domestico».

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *