Redazione Paese24.it

Alto Jonio, erosione costiera. Pronti 3,5 milioni per Amendolara. Trebisacce ancora in lista d’attesa

Alto Jonio, erosione costiera. Pronti 3,5 milioni per Amendolara. Trebisacce ancora in lista d’attesa
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

SpiaggiaPiano regionale di salvaguardia dall’erosione costiera: Amendolara, Roseto e Montegiordano ridono mentre Trebisacce piange e aspetta che le piaghe inferte dalle forti mareggiate degli anni scorsi vengano opportunamente sanate. In realtà quello dell’erosione costiera è un fenomeno che interessa tutti i comuni dell’Alto Jonio dove la sottile fascia costiera è già abbondantemente erosa. Il problema è però che mentre a Montegiordano e Roseto questo problema è stato già affrontato a più riprese ed a suon di copiosi finanziamenti e Amendolara (nella foto a sinistra la spiaggia), come riferisce una nota proveniente dal comune, è ora destinataria di un finanziamento di 3milioni e mezzo previsto nel “Master Plan” degli interventi pianificati dalla Regione, di Trebisacce non si parla affatto e si aspetta già dall’anno scorso che, come promesso dall’assessore regionale ai LL.PP. Gentile, si metta mano ai danni provocati dalle mareggiate che hanno praticamente devastato il litorale, portato letteralmente via un intero tratto di Lungomare e minacciato da vicino le abitazioni che sorgono nei pressi della spiaggia.

La mareggiata del 7 marzo 2013 a Trebisacce

La mareggiata del 7 marzo 2013 a Trebisacce

E’ stato lo stesso assessore Gentile che, secondo quanto riferisce la suddetta nota, oltre a complimentarsi per l’imminente messa in mare dei dissuasori contro la pesca a strascico, ha informato il sindaco Ciminelli che all’interno del “Master Plan” predisposto dalla Regione d’intesa con il ministero dello Sviluppo Economico, è previsto tale finanziamento. «Amendolara – si legge ancora nella nota – è stata, infatti, inserita nel piano degli interventi necessari per la messa in sicurezza del territorio calabrese che ha visto, dopo il censimento e la catalogazione di tutte le opere di difesa realizzate nel corso degli anni, l’individuazione di tutti i punti di maggiore criticità per i quali si renderà necessario intervenire». Tra i circa 40 interventi già evidenziati, per i quali si rende necessario un investimento di circa 400milioni di euro, oltre ad Amendolara, di sicuro c’è Amantea (CS), laddove le mareggiate hanno messo a rischio la circolazione sulla S.S. 18 e Bocale (RC) dove i fenomeni di erosione costiera rischiano di compromettere seriamente le abitazioni fronte-mare.

Pino La Rocca

ANCHE NELLE EDICOLE DI TREBISACCE, AMENDOLARA, ROSETO, MONTEGIORDANO PUOI TROVARE PAESE24 MAGAZINE DI SETTEMBRE (distribuzione gratuita)

 

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *