Redazione Paese24.it

Trebisacce. «L’Amministrazione comunale trovi una degna sistemazione per i Vigili del Fuoco»

Trebisacce. «L’Amministrazione comunale trovi una degna sistemazione per i Vigili del Fuoco»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

E’ giunto il momento che i Vigili del Fuoco di Trebisacce possano trovare una sistemazione idonea e a norma di legge per poter svolgere al meglio il loro compito. E’ quanto chiede il commissario dell’Mpa per lo Jonio, nonchè ex assessore comunale (che nel corso del suo mandato aveva iniziato ad occuparsi della vicenda), Michele Tucci. «E’ gravissimo – scrive Tucci – che l’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Franco Mundo non faccia nulla per garantire ai Vigili del Fuoco una caserma idonea». Il Comune oggi paga i servizi dell’attuale caserma (mentre  alle spese per gli interventi provvede lo Stato). Però lo stabile utilizzato come quartier generale dai circa trenta Vigili del Fuoco di Trebiscce (tra cui anche un paio di donne) è collocato in pieno centro cittadino con delle evidenti criticità logistiche. E lo stesso edificio, nel quale la caserma ha sede dalle fine degli anni ’90, essendo a conti fatti un’abitazione civile non soddisfa più quelle che sono le esigenze di un’attività come quella dei Vigili del Fuoco.

«Il sindaco Mundo – continua Tucci – aveva più volte promesso di trovare una sede idonea, come d’altra parte indicato dal Ministero, ma ad oggi la situazione è sempre la stessa». Secondo l’ex assessore, il corpo dei Vigili del Fuoco di Trebisacce potrebbe essere spostato a Corigliano, dove persiste una caserma del Ministero, se non verrà al più presto individuta una degna sistemazione alla caserma cittadina.

«L’Amministrazione comunale dia delle risposte concrete ai Vigili del Fuoco e a tutti i cittadini – conclude Tucci – perchè è inconcepibile che per una struttura si perda la presenza a Trebisacce di un corpo di eroi dello Stato».

Vincenzo La Camera

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *