Redazione Paese24.it

Cassano, cittadinanza onoraria all’orafo Sacco. Pd: «Cosa c’entra con la nostra città?»

Cassano, cittadinanza onoraria all’orafo Sacco. Pd: «Cosa c’entra con la nostra città?»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Gerardo Sacco con l'attrice Maria Grazia Cucinotta

Gerardo Sacco con l’attrice Maria Grazia Cucinotta

«Abbiamo avuto modo di apprendere che il Consiglio Comunale sia in procinto di tributare la cittadinanza onoraria il maestro d’arte orafa, Gerardo Sacco di Crotone. Noi pensiamo – continua la nota del Pd di Cassano – che la possibilità di attribuire riconoscimenti sia uno strumento molto utile se adottato per esaltare il senso di coesione e del rinsaldamento dei legami che dovrebbero essere fitti tra istituzione Comune e la propria comunità».

Questa ultima iniziativa non sembra trovare consensi nel locale Pd. «Questa nostra valutazione espressa con il garbo di chi intende tutelare la sobrietà istituzionale che si impone in questi casi – continua la nota – certamente non vuole trasmettere alcun riferimento critico al maestro Gerardo Sacco che è sicuramente un illustre calabrese nel mondo. Ma ci chiediamo: qual è il legame del maestro Sacco con Cassano? È forse più profondo e più fitto il legame di Sacco rispetto a quello dei numerosi cassanesi che si sono distinti nelle diverse arti della lavorazione dei più disparati materiali, pur non avendo ricevuto nessuna onorificenza?»

Secondo il Partito Democratico cassanese «la cittadinanza onoraria è un evento straordinario che si attribuisce meritoriamente a chi è stato dentro una esperienza socio-economico e culturale di una comunità o a chi per altissimi meriti abbia costruito un legame con la stessa comunità che il tempo non può recidere».

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *