Redazione Paese24.it

Trebisacce. Cavallo: «Vitola diserta le giunte e continua ad essere pagato con i soldi dei cittadini»

Trebisacce. Cavallo: «Vitola diserta le giunte e continua ad essere pagato con i soldi dei cittadini»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

trebisacce-comuneProseguono ad oltranza le assenze in Giunta da parte dell’assessore al Turismo Dino Vitola che da diversi mesi vive la sua esperienza politica da separato in casa rispetto alla Giunta di cui fa parte. La cosa non va giù al consigliere di Minoranza Davide Cavallo che, attraverso una nota, ha messo in evidenza le prolungate assenze e la conseguente inoperosità dell’assessore con il quale lo stesso Cavallo è in palese conflitto sin dall’inizio di questa consiliatura, invitando il sindaco Franco Mundo a fornire spiegazioni e ad intervenire. «L’assenteismo e l’inoperosità dell’assessore Vitola – ha scritto Davide Cavallo – sono ormai sotto gli occhi di tutti, soprattutto di quei cittadini che non sopportano l’idea di dover contribuire al pagamento dell’indennità dello stesso attraverso il pagamento dei tributi comunali.

Ma ciò che risulta ancor più insopportabile è l’assoluto silenzio e l’evidente noncuranza del sindaco che, come capo dell’amministrazione comunale, dovrebbe impedire che ciò accada adottando i provvedimenti che gli competono. Provvedimenti – aggiunge l’avvocato Cavallo – la cui mancata adozione appare incomprensibile e priva di giustificazioni. Non è dato sapere, infatti, quali sono le vere ragioni per cui, nonostante l’evidenza della condotta inaccettabile tenuta dall’assessore, il capo dell’esecutivo ometta di attivarsi». In realtà le motivazioni del dissidio tra Vitola e i suoi compagni di cordata sono note a tutti: una diversa collocazione politica che ha portato Vitola a candidarsi da un’altra parte e il rifiuto dell’esecutivo di finanziare il programma estivo previsto dall’assessore per le difficoltà economiche dell’ente.

OFFERTA Pubblienne - Roseto (clicca per ingrandire)

OFFERTA Pubblienne – Roseto (clicca per ingrandire)

In questo caso Cavallo finge di non sapere e scrive: «Tante sono le ipotesi fatte: mancanza di tempo, indifferenza, superficialità, timore della reazione politica di Vitola o del suo elettorato. Dubbi e incertezze che probabilmente rimarranno tali, ma che sicuramente certificano l’assoluta mancanza di autorevolezza di chi dovrebbe tutelare e garantire il rispetto delle istituzioni e degli interessi dei cittadini. Il tutto – conclude Cavallo – nell’assoluto silenzio di quei consiglieri di maggioranza che, seppur dotati di capacità e legittimati da un largo consenso elettorale, hanno dovuto “accontentarsi” di ruoli marginali a causa di precedenti compromessi politici».

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *