Redazione Paese24.it

Roseto, il ricordo del milite ignoto nel Giorno dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate

Roseto, il ricordo del milite ignoto nel Giorno dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

rps20131105_154921Come ogni anno, anche quest’anno la piccola realtà rosetana ha voluto abbracciare il ricordo dei caduti in guerra, ed insieme riaprire quella triste pagina di storia che la memoria non osa dimenticare. Dopo la celebrazione della santa messa, la cittadinanza si è raccolta dinanzi al monumento dedicato ai caduti della prima e seconda guerra mondiale e alla lapide marmorea posta all’ingresso della porta urbica alla memoria del soldato rosetano Giovanbattista Trebisacce, luoghi simbolo del segno lasciato dalla guerra nella popolazione locale, per onorare il ricordo di tutti quei soldati morti sul fronte.

Alla celebrazione hanno partecipato il Sindaco della Città delle Rose Franco Durso, l’assessore alle politiche sociali e scolastiche, Lucia Musumeci, il parroco Mons. Don Antonio Cavallo, i rappresentanti dell’arma dei Carabinieri della stazione di Roseto e le scuole elementari e medie di Roseto, che hanno voluto porre il proprio omaggio attraverso la lettura di poesie, brani e pensieri. Un capitolo troppo doloroso nella storia del nostro Paese, che conta troppe vittime per riuscire a definirla una “festa”, soprattutto se per un attimo si pensa che di quei soldati in trincea non ne è rimasta traccia, ma solo un assordante silenzio.

Giovanni Pirillo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *