Redazione Paese24.it

Due auto si scontrano tra Trebisacce e Villapiana. Ferita donna, choc per figlioletta di un anno

Due auto si scontrano tra Trebisacce e Villapiana. Ferita donna, choc per figlioletta di un anno
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Il viadotto sulla E90 (ex Ss 106)  tra Trebisacce e Villapiana

Il viadotto sulla E90 (ex Ss 106) tra Trebisacce e Villapiana

Incidente stradale verificatosi ieri mattina (martedì) sul tratto ammodernato della statale 106 ionica, oggi superstrada E 90, al confine tra i territori comunali di Trebisacce e Villapiana, lungo il viadotto che sovrasta il torrente Saraceno e che ha provocato il ferimento di una donna e lo stato di choc della figlioletta di un anno che viaggiava con lei.

Erano le 11 del mattino quando la Fiat Bravo, condotta da F.L.G., 29 anni di origini rumene residente in Piana di Cerchiara con il compagno, con a bordo la figlioletta di un anno, si scontrava lateralmente con una Lancia K condotta da P.A., 67 anni con a bordo la moglie, C.G. di pari età, entrambi di Messina e diretti a Ravenna. Da quanto appreso, la Lancia K pare fosse in fase di sorpasso e questo, avendo provocato un implicito restringimento della carreggiata, ha provocato l’urto con la Fiat Bravo che proveniva da Trebisacce e, probabilmente, stava facendo rientro in Piana di Cerchiara.  Dopo l’urto laterale e la strisciata tra le fiancate delle due auto, la Fiat Bravo ha finito la sua corsa contro il guard-rail posto a protezione del viadotto della carreggiata sud. La donna e la bambina sono stati prontamente soccorsi dai sanitari giunti sul posto con l’ambulanza del 118 operativa presso il Capt di Trebisacce.

OFFERTA Pubblienne - Roseto (clicca per ingrandire)

OFFERTA Pubblienne – Roseto (clicca per ingrandire)

Le condizioni di choc della bimba, piu’ che le contusioni ed il trauma facciale e costale della madre, hanno indotto il medico del 118 a trasferirli presso l’ospedale spoke di Corigliano, dotato del reparto di pediatria. Solo una contusione facciale, dovuta all’apertura dell’air-bag per la donna a bordo della Lancia K. Marito e moglie, non avendo riportato conseguenze dallo scontro, hanno rifiutato il trasferimento in ambulanza, per accertamenti, presso  un presidio ospedaliero. Sul posto, per i rilievi tecnici tesi ad acertare le cause dell’incidente e per regolamentare il traffico sull’importante arteria di comunicazione, è intervenuta una pattuglia della Polstrada di Trebisacce  coordinata dal comandante del Distaccamento, ispettore capo Graziano Nadile.

Franco Maurella – Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *