Redazione Paese24.it

Problema eternit a Rossano, i Verdi: «questione denunciata già un anno fa, ma nessuno ci ha ascoltato»

Problema eternit a Rossano, i Verdi: «questione denunciata già un anno fa, ma nessuno ci ha ascoltato»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF
Una foto scattata un anno fa dai Verdi di Rossano  e che denunciava la presenza di amianto abbandonato in città

Una foto scattata un anno fa dai Verdi di Rossano e che denunciava la presenza di amianto abbandonato in città

Continua il problema eternit a Rossano. Pochi giorni fa, infatti, la stessa amministrazione comunale rossanese ha invitato la cittadinanza a denunciare chi abbandona in maniera incauta il pericoloso materiale. La sezione di Rossano dei Verdi fa presente, attraverso un comunicato stampa, che da mesi sta tenendo alta l’attenzione su questa problematica senza essere tuttavia ascoltati.

«Apprendiamo dalla stampa – si legge nella nota dei Verdi – che  l’amministrazione comunale ha aperto la caccia agli incivili che abbandonano l’eternit,  invitando addirittura i cittadini a denunciare e a fotografare   dimenticando che il ruolo di controllori e custodi del territorio è demandato a chi amministra. Condanniamo – proseguono i Verdi –  il comportamento inqualificabile di incivili che deturpano il territorio abbandonando l’amianto nei torrenti, ma ancor di più condanniamo chi finge di interessarsi al territorio con  slogan propagandistici che si sciolgono come neve al sole non appena l’attenzione mediatica scema».

«I Verdi hanno sempre denunciato casi di grave abbandono di amianto scontrandosi con un’amministrazione comunale  che puntualmente invece di  prendere atto dello scempio e ripulire, inclinava il dibattito su becere recriminazioni di carattere politico, spostando cosi l’attenzione   dall’emergenza ambientale a sterili critiche politiche».

«Non servono parole o minacce – concludono i responsabili rossanesi dei Verdi – servono fatti e bonifiche, controlli e censimenti dell’amianto presente in città. Bisogna individuare l’eternit e accompagnare chi lo possiede in un giusto e legale procedimento di smaltimento in modo tale che non si verifichino più casi di discariche abusive che danneggiano la salute di tutti.  Si deve iniziare seriamente a investire su campagne di sensibilizzazione sul pericolo amianto».

Pasqualino Bruno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *