Redazione Paese24.it

Trebisacce, Stop alla violenza sulle donne nel ricordo di Maddalena e Jennifer

Trebisacce, Stop alla violenza sulle donne nel ricordo di Maddalena e Jennifer
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

picard trebisacceTrebisacce ieri (lunedì) è stata al centro di una serie di iniziative, per la verità un pò slegate tra loro, per ricordare la Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne promossa dall’Onu, che hanno visto quali protagonisti assoluti i docenti e gli studenti degli istituti scolastici di Trebisacce: l’Ipsia “E. Aletti”, il Liceo “G. Galilei” e l’ITGC “G. Filangieri”, tutti consapevoli che, nonostante l’enfasi con cui si declama il rispetto per l’altra metà del cielo, più del 70% delle donne nel mondo ha subito violenza almeno una volta nella vita e, solo in Italia, dall’inizio dell’anno, sono state 128 le vittime di femminicidio.

OFFERTA Pubblienne - Roseto (clicca per ingrandire)

OFFERTA Pubblienne – Roseto (clicca per ingrandire)

Il sipario delle iniziative si è aperto in piazzetta Lutri nel ricordo indelebile della piccola Jennifer e della giovane mamma Maddalena Agrelli massacrate a coltellate nel sonno nella loro villetta di Villapiana Lido dal padre-marito. Qui il presidente Fiammetta Aino ed il vice-presidente Rossella Falabella dell’associazione “Picard Davide Aino”, oltre ad una gigantografia costellata di mani insanguinate, hanno esposto i vestitini ed i giocattoli della piccola Jennifer gelosamente custoditi dai loro congiunti. Si è trattato di un ricordo davvero struggente che, a sei anni di distanza, continua a suscitare emozioni e sdegno.

Giornata contro...1Le iniziative sono proseguite in piazza della Repubblica dove gli studenti dell’Ipsia hanno esposto una serie di “scarpe rosse” quali simbolo della violenza sulle donne. La manifestazione conclusiva, organizzata dall’associazione culturale “Petali di Rosa”, arricchita dal contributo in musica e testi tematici offerto dagli studenti, si è svolta nella gremita sala consiliare alla presenza del Vescovo della Diocesi Nunzio Galantino, del sindaco Franco Mundo, del presidente Antonio Bianchi, oltre che di numerosi componenti dell’associazione e di un gran numero di docenti e studenti. Ha concluso la manifestazione il Presule Galantino che rivolto ai giovani ha detto: «Evitate di abusare della teoria del “contro”, cercate invece di andare oltre l’indignazione e scoprire il ruolo della responsabilità. Ritornate a stupirvi ancora e provate a sognare, altrimenti più che persone diventiamo tutti degli zombi».      

Pino La Rocca  

ABBONATI A PAESE24 MAGAZINE – L’UNICA RIVISTA DELL’ALTO JONIO

SOLO 15 EURO ALL’ANNO   

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *