Redazione Paese24.it

Castrovillari, FAI Pollino mette in campo iniziative per diffondere conoscenza Parco

Castrovillari, FAI Pollino mette in campo iniziative per diffondere conoscenza Parco
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Paesaggio4-800Si è riunita nei giorni scorsi l’assemblea dei soci delladelegazione FAI-Pollino,presso il “Punto FAI Pollino”, allocato, come prevedono i regolamenti  nazionali, nei locali della Galleria d’arte “ Il Coscile” di Castrovillari.

Il capodelegazione, Donatella Laudadio, e i delegati, Gianluigi Trombetti, Franco Caruso e Mimmo Sancineto, hanno illustrato ai presenti alcune delle proposte programmatiche per diffondere la conoscenza del Parco del Pollino, unico in Italia per estensione.  E’ un elemento di grande positività, ai fini di un’azione congiunta e interistituzionale, l’adesione,  in qualità di soci,  dei sindaci di Castrovillari, di Frascineto, di Mormanno, di Cerchiara, che sono appunto alcuni dei Comuni di maggiore rappresentatività del nostro territorio; è auspicabile, secondo il FAI, che tale partecipazione si estenda anche  a tutti gli altri Comuni del Parco.

E’  altresì   positiva la partecipazione, in qualità di soci, dei presidenti dell’ Associazione “Vigne”, avv. Angelo Cosentino, e dell’”Associazione Circolo Cittadino”, dr. Angelo Giannoni, come dimostrazione della volontà della delegazione di interagire in azioni comuni, anche a sostegno ed a supporto delle associazioni  con finalità similari, piuttosto che in un clima di protagonismo e di isolamento,  come è  spesso avvenuto e sovente avviene. Proprio la volontà di agire in sintonìa, piuttosto che in competizione, con le altre associazioni, ha prodotto una intesa di collaborazione tra la delegazione FAI  ed altre associazioni, tra le quali, oltre a quelle presenti, anche l’Associazione AICC, il Gruppo archeologico della zona del Pollino, ed il WWF, già da tempo operanti sul territorio, con grande passione e motivazione civile.

Una prima proposta approvata dai soci è l’attuazione di una mostra, presso i locali del Circolo Cittadino dal 5 al 15  Dicembre 2013, riguardante  l’elaborazione dell’immagine della Madonna del Castello attraverso i pittori locali dal XVI al XX secolo , organizzata e commentata dal prof. Trombetti; altre proposte a medio e lungo termine , scaturite dall’assemblea, riguardano la scelta del ”Luogo del cuore “ che il FAI proporrà a livello nazionale, e che è stato individuato nel Comune di Mormanno, come grumo di memoria, di storia, di identità territoriale, da salvaguardare dai guasti del post terremoto e dall’indifferenza degli uomini.  Le manifestazioni su questo oggetto saranno arricchite da una mostra, da tenersi a Mormanno, dei quadri dei pittori Angelo e Genesio Gualtieri, originari  appunto di  Mormanno.  La proposta è stata particolarmente apprezzata dal sindaco di Mormanno, dr. Armentano, che ha ribadito la necessità di opporsi con tutte le forze a qualunquetipo di smantellamento, capace di svuotare ulteriormente una collettività che lotta per  la sopravvivenza. 

Altre proposte hanno riguardato  lo sviluppo delle “Giornate di Primavera”, da effettuarsi nella Civita (centro storico) di Castrovillari, con la collaborazione delle scuole cittadine associate al FAI, iniziativa che  includerà anche la conoscenza e la rivalutazione della figura di Andrea Alfano; ci saranno altre iniziative, tra le quali  la diffusione di una miglior conoscenza del Parco dal punto di vista geomorfologico, anche attraverso visite guidate e percorsi creativi; e quella di promuovere , oltre ad altre manifestazioni della nostra cultura,  anche la conoscenza etnomusicologica della produzione territoriale, ricorrendo, se possibile, alla collaborazione dell’Università della Calabria. Infine, ma non da ultimo, il FAI si propone di partecipare alla composizione  dei Quartieri, per vigilare sull’assetto urbanistico e sulla qualità e fruibilità dell’ambiente della nostra città; e anche  di acquisire il Piano del Parco del Pollino, riguardante  la prevenzione degli incendi, e la programmazione che l’Ente Parco mette in campo per il territorio di sua competenza.

 

                                                                                            

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *