Redazione Paese24.it

Lsu/Lpu, sindaci a Sibari per sostenere la protesta dei lavoratori

Lsu/Lpu, sindaci a Sibari per sostenere la protesta dei lavoratori
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Assembela Sibari 2 lsu-lpuSolidarietà e sostegno ai lavoratori LSU/LPU cassanesi e di tutta la Regione Calabria nella loro giusta rivendicazione a conservare il proprio posto di lavoro. La vicinanza ai precari calabresi è venuta stamani (martedì) dai sindaci della Sibaritide e del Pollino che si sono ritrovati a Sibari in un’assemblea pubblica per fare il punto della situazione alla luce degli ultimi sviluppi sulla vicenda. Presente anche i consiglieri regionali Mario Franchino e Damiano Guagliardi, mentre in rappresentanza del Presidente della Provincia di Cosenza ha partecipato il consigliere provinciale Luciano Manfrinato. Hanno inteso aderire al momento assembleare anche i rappresentanti delle forze sindacali del comprensorio.

Dopo i numerosi interventi da parte dei sindaci intervenuti, tutti a ribadire il proprio sostegno incondizionato ai lavoratori LSU/LPU in protesta, al termine dell’incontro è stato concordato di creare un coordinamento dei lavoratori per seguire da vicino gli sviluppi della vicenda. I Sindaci, dal canto loro, hanno delegato il collega Giovanni Papasso a convocare  a Cassano Allo Ionio  un’assemblea degli stessi primi cittadini, a cui sarà invitato a partecipare  il Prefetto di Cosenza Tomao. I sindacati dal canto loro organizzeranno in maniera unitaria manifestazioni di lotta in mancanza di certezze.

OFFERTA Pubblienne - Roseto (clicca per ingrandire)

OFFERTA Pubblienne – Roseto (clicca per ingrandire)

Ancora una volta noi Sindaci della Sibaritide e Pollino abbiamo voluto esprimere la nostra incondizionata solidarietà agli oltre 5.000 lavoratori socialmente utili e di pubblica utilità calabresi, che vivono giorni di incertezza per le tante notizie contraddittorie che arrivano sul loro futuro – ha esordito il primo cittadino Papasso – quale Sindaco di un Comune,  che si avvale del lavoro prezioso di 85 lavoratori LSU/LPU,intendo tutelare questi lavoratori. Ritengo che la loro vicenda drammatica, indispensabili per la vita degli Enti comunali, stia assumendo il carattere di una vera e propria emergenza sociale. Il rischio è che questi lavoratori si ritrovino senza un futuro certo – ha continuato il Sindaco – il  che metterebbe in ginocchio molte famiglie calabresi. Abbiamo concordato di essere ancor di più accanto a loro  ed al Sindacato che li rappresenta, per chiedere con forza alla Regione Calabria ed al Governo del Paese la loro stabilizzazione e di attivarsi per garantire il pagamento di sussidi ed integrazioni fino al 31 dicembre 2013  e mettere così fine al disagio ed alla precarietà di migliaia di lavoratori calabresi e garantire agli Enti utilizzatori la necessaria tranquillità per programmare e realizzare tutti gli interventi amministrativi necessari a garantire servizi sempre più efficienti alla collettività”.

Pasquale Golia


 

                                                                                                          

                                                                                           

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *