Redazione Paese24.it

Il consigliere regionale Gallo lancia l’allarme: «Evitare il licenziamento di mille lavoratori Lsu»

Il consigliere regionale Gallo lancia l’allarme: «Evitare il licenziamento di mille lavoratori Lsu»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

LSU Pul. scuole«Evitare un altro dramma sociale salvando dal licenziamento più di mille lavoratori che garantiscono il servizio di pulizia nelle scuole di ogni ordine e grado della nostra regione». Ad intervenire su questa vertenza, che rischia di buttare sul lastrico questi lavoratori fra pochi giorni, è il consigliere regionale Gianluca Gallo il quale, attraverso una nota-stampa, ha dato notizia che la Regione, su sua richiesta, ha aperto un tavolo di concertazione a Catanzaro per evitare questo ennesimo attacco al diritto al lavoro.  «È questo – scrive l’avvocato Gallo – l’obiettivo che si propone di raggiungere il tavolo di concertazione che l’assessore regionale al lavoro Nazzareno Salerno ha convocato su richiesta del sottoscritto. Al centro della discussione, – aggiunge l’ex sindaco di Cassano Jonio – l’ondata di licenziamenti che rischia di travolgere i lavoratori in precedenza inseriti nel bacino degli LSU “appalti storici” assunti con contratti a termine dalle pubbliche amministrazioni, che potrebbero perdere il posto di lavoro, già a partire dal primo marzo, a causa delle decisioni prese dal Governo».

Con il “Decreto del Fare”, come ricordano i sindacati, sono stati ulteriormente tagliati di circa 70milioni le già scarne risorse destinate a finanziare il loro impiego e tranne ripensamenti, dal primo marzo più di un migliaio di loro finiranno per strada. In Parlamento è stato presentato un emendamento per porre rimedio a questa situazione, ma l’Aula non s’è ancora pronunciata. «In Calabria – spiega il presidente della Commissione Ambiente e Territorio che già nei mesi passati più volte aveva richiamato l’attenzione delle istituzioni e dell’opinione pubblica sulla vicenda – sono circa 1.300 i lavoratori interessati da questa situazione, occupati con contratti part-time di 30 ore settimanali. Per loro, nel recente passato, era stato programmato un apposito percorso occupazionale che adesso potrebbe interrompersi drasticamente». La situazione ha indotto l’esponente dell’Udc a chiedere ed ottenere l’intervento della Regione. «L’assessore Salerno, – ha concluso l’onorevole Gallo – ha deciso di avviare una fase di dialogo per l’assunzione di posizioni comuni nel confronto col Governo ed ha convocato un apposito tavolo di concertazione che si riunirà giovedì prossimo con la partecipazione, tra gli altri, dei rappresentanti deelle forze sindacali e dell’Ufficio scolastico regionale. Sarà altresì presente l’assessore regionale all’Istruzione Mario Caligiuri».

Pino La Rocca

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *