Redazione Paese24.it

Accordo tra Nocara e l’Itineraria Brutii per la valorizzazione del parco di Presinace

Accordo tra Nocara e l’Itineraria Brutii per la valorizzazione del parco di Presinace
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF
Il parco archeologico di Presinace

Il parco archeologico di Presinace

Grazie alla sinergia tra l’esecutivo comunale guidato dal sindaco Francesco Trebisacce e l’associazione culturale “Itineraria Brutii onlus” di Cosenza, ha preso il via un virtuoso sodalizio che mira alla valorizzazione del Parco Archeologico di Presinace e degli altri Beni Ambientali di cui è ricca Nocara, tra cui il Convento degli Antropici e la Chiesa Madre intitolata a San Nicola di Mira. Secondo un’informativa diffusa dal primo cittadino, nei giorni scorsi il comune e la suddetta associazione hanno sottoscritto un’apposita Convenzione che si avvarrà dei fondi relativi al Bando PO Calabria – Linea Intervento 5.2.5.1. per la valorizzazione del patrimonio storico-archeologico.

L’iniziativa, sempre secondo quanto riferisce il sindaco di Nocara, ha l’obiettivo di promuovere, progettare e realizzare attività nel campo dei beni ambientali, del sistema museale, della didattica sperimentale, nonché degli eventi e dei servizi legati al territorio, al turismo ed al tempo libero. Il Parco di Presinace, messo in luce da numerosi ricercatori e studiosi, tra cui l’Unical ed in particolare il professore Giuseppe Roma, sorge presso “Serra Maggiore” dove si ergono tre monti degradanti verso sud-ovest. Sulla vetta della collina centrale si trovano i resti della città di Presinace. L’antico abitato era ubicato su un punto strategico dal quale si domina la valle del torrente Canna fino al mare Jonio, le vallate del torrente Ragone e del fiume Sarmento. Già in epoca ellenistica, sul Serra Maggiore e sulle alture vicine fu costruita una rete di insediamenti fortificati, tra i quali spiccavano Bufaleria e Monte Coppolo, posti a difesa del territorio italiota della costa jonica, minacciato dagli attacchi delle popolazioni indigene dell’interno.

Su questi importanti siti l’associazione Itineraria Bruttii onlus, in collaborazione con il Comune di Nocara, le associazioni ed i soggetti interessati intende progettare e gestire una serie di servizi e realizzare attività promozionali tra cui la gestione dei servizi didattici, la promozione-valorizzazione e una guida turistica specializzata del Parco Archeologico di Presinace di Nocara. Dette attività saranno inserite in un progetto di valorizzazione che farà parte di un Accordo di Rete per la valorizzazione delle eccellenze culturali della Sibaritide che sarà presentato da “Itineraria Bruttii Onlus” insieme ad associazioni e alle imprese del territorio. «La proposta – ha commentato il sindaco Trebisacce – rappresenta un’ottima opportunità per le imprese e per i giovani che operano nel settore dei beni culturali e del turismo, ma anche per il comune di Nocara che potrà finalmente valorizzare il Parco archeologico di Presinace con risultati positivi dal punto di vista culturale, turistico ed economico».

Pino La Rocca

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *