Redazione Paese24.it

Petizione per lo sportello postale della Piana di Cerchiara. Il sindaco: «tutelare le esigenze dei cittadini»

Petizione per lo sportello postale della Piana di Cerchiara. Il sindaco: «tutelare le esigenze dei cittadini»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF
Il sindaco Carlomagno

Il sindaco Carlomagno

Una petizione popolare per richiedere l’apertura in maniera continuativa dello sportello postale situato nella Piana di Cerchiara. È questa l’iniziativa che intende portare avanti il sindaco della cittadina del Pollino, Antonio Carlomagno, per far fronte a un disservizio che sta coinvolgendo almeno 1300 persone. «Con questo gesto – ha spiegato il sindaco di Cerchiara di Calabria –  cercheremo di porre all’attenzione di Poste italiane quello che è ormai un vero e proprio disservizio per l’intera comunità. Per attuare il cosiddetto “piano di razionalizzazione” è stata decisa la chiusura di tre giorni alla settimana dello sportello della frazione di Piana di Cerchiara, ma, in molte circostanze, Poste italiane non rispetta il calendario fissato, tanto che alcune volte lo sportello resta chiuso per una settimana intera. Questo comportamento, come si può facilmente intuire, crea non pochi problemi ai cittadini».

La petizione popolare, che sarà successivamente inviata alla sede centrale di Poste italiane a Roma (e anche alla sede di Castrovillari), segue tutta una serie di azioni intraprese dall’amministrazione comunale di Cerchiara di Calabria per salvaguardare lo sportello postale. «I telegrammi inviati agli organi competenti e la richiesta di incontri con i rappresentanti di Poste italiane sul territorio – ha aggiunto Carlomagno – hanno prodotto pochi risultati, abbiamo deciso di intraprendere questa iniziativa per tutelare le esigenze della cittadinanza. Lo facciamo anche spinti della recente sentenza del Tar del Lazio (sent. n. 1117/2014) che ha disposto l’apertura dell’ufficio postale di San Pietro in Guarano. Sperando che, una volta ultimata la raccolta firme, dalla sede centrale di Poste italiane possa arrivare un segnale».

I cittadini cerchiaresi possono firmare la petizione presso gli uffici comunali.

Pasqualino Bruno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *