Redazione Paese24.it

Cosenza, sequestra e picchia la compagna; arrestato cinquantaduenne rumeno

Cosenza, sequestra e picchia la compagna; arrestato cinquantaduenne rumeno
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

carabinieriHa sequestrato e malmenato la compagna. Per questo motivo i carabinieri della stazione di Cosenza hanno arrestato, nella giornata di mercoledì 16 aprile, C. P., rumeno di cinquantadue anni, in esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del tribunale di Cosenza, Dottor Francesco Luigi Branda, per “sequestro di persona, lesioni personali aggravate e minacce” commesse ai danni della propria compagna.

Le indagini, coordinate dal Sostituto Procuratore della Repubblica di Cosenza, Dottor Salvatore Di Maio e diretti dal Procuratore Capo Dario Granieri, sono state avviate nel mese di marzo scorso, quanto la vittima E.N.,  rumena di cinquantatré anni, al culmine della ennesima aggressione patita, si è recata presso la caserma dell’arma cittadina per raccontare l’accaduto, mostrando ai militari  i lividi diffusi sugli arti superiori e accusando un forte trauma cranico. Immediatamente veniva accompagnata al pronto soccorso dell’ospedale dell’Annunziata del capoluogo, per le cure del caso.

Nel corso della denuncia, la donna raccontava delle numerose e continue  violenze che è stata costretta a subire dal convivente sin dal 2010, anche con l’uso di coltelli e bastoni. L’uomo negli ultimi tempi per timore che la donna potesse denunciarlo, la segregava in casa chiudendo la porta e  tenendo con se la chiave. La rumena dopo una ennesima lite violenta, approfittando di un momento di distrazione del compagno, è riuscita a scappare dal carceriere per recarsi a denunciare le violenze subite.

L’uomo, al termine delle formalità di rito, è stato associato alla locale casa circondariale, come disposto dalla competente autorità giudiziaria.

 Pasqualino Bruno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *