Redazione Paese24.it

Villapiana, restano bloccati alla foce del torrente; paura per due ragazzi di Montalto Uffugo

Villapiana, restano bloccati alla foce del torrente; paura per due ragazzi di Montalto Uffugo
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF
Il recupero del mezzo nei pressi del torrente Satanasso

Il recupero del mezzo nei pressi del torrente Satanasso

Brutta avventura per fortuna a lieto fine, per due giovani di Montalto Uffugo (Cs) rimasti pericolosamente bloccati a bordo del loro “fuoristrada” Nissan Terrano proprio alla foce del torrente Satanasso nel tentativo di passare da una sponda all’altra. I due giovani, con ogni probabilità, erano venuti sulla spiaggia di Villapiana scalo a trascorrere la Pasquetta e dopo il classico picnic all’aperto avrebbero deciso nel pomeriggio di fare un giro sulla spiaggia sabbiosa che si estende per diversi chilometri dallo scalo al lido. Nel punto in cui il Satanasso sfocia in mare, il fondo si presenta particolarmente viscido e melmoso e ciò avrebbe reso vano il tentativo di traversata dei due giovani che hanno rischiato anche di essere inghiottiti dalle onde del mare ingrossate e rese minacciose dal forte vento di scirocco. Rimasti bloccati proprio in mezzo al guado, con il Terrano sprofondato nell’acqua e nella sabbia, i due giovani hanno chiamato aiuto. Sul posto si sono recati i carabinieri di Villapiana scalo col comandante di Stazione maresciallo Luigi Potenza. I militari si sono subito sincerati delle condizioni dei due giovani, riusciti nel frattempo a guadagnare la terra ferma, che a parte lo spavento non avrebbero riportato conseguenze fisiche per l’incidente.

Di seguito è stato predisposto un piano di recupero del mezzo avvenuto da li a poco grazie all’intervento di una ruspa di un privato cittadino. A parte la disavventura accorsa a questi due giovani, Pasqua e Pasquetta sono trascorse in tutta tranquillità con la presenza di numerosi turisti, grande parte dei quali proprietari di appartamenti e villette, che hanno trascorso la classica gita fuori porta tra la spiaggia e la Pineta del lido e dello scalo. Nel pomeriggio tutti a passeggiare sul nuovo lungomare tra le bancarelle, il parco giochi e gli stabilimenti balneari che per l’occasione hanno aperto i loro bar. Sembrava di essere in piena estate in un classico giorno di agosto.

Pasquale Bria

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *