Redazione Paese24.it

Istituto Comprensivo e Comune insieme nell’educazione alla legalità

Istituto Comprensivo e Comune insieme nell’educazione alla legalità
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

ROCCA IMPERIALE – L’Istituto comprensivo “Federico II” (nella foto a sinistra), guidato dalla Dirigente scolastica Maria Saveria Veltri, e l’Amministrazione comunale di Rocca Imperiale insieme per la legalità. “VITE LEgALI”, questo il titolo del progetto proposto dal Comprensivo, in partenariato con l’associazione culturale “Giocando si cresce”, e finanziato dalla Regione Calabria attraverso fondi europei.

Il percorso multidisciplinare è sostenuto dal Comune di Rocca Imperiale e dal sindaco Ferdinando Di Leo, mediante un protocollo d’intesa con la scuola. Sei moduli per 360 ore da svolgere principalmente nell’Istituto Comprensivo di Rocca, nella sede staccata di Canna, con un modulo previsto anche all’esterno, per dare modo agli allievi di percepire il bisogno di legalità che pretendono alcuni territori della Calabria.

A riguardo e per fornire ulteriori dettagli sulle attività che inizieranno da qui a breve, ieri sera (mercoledì) si è tenuto un convegno nei locali del Comprensivo a Rocca Imperiale (nelle foto), al quale hanno preso parte, in qualità di relatori, il project manager Vincenzo Santagada e i sindaci di Rocca Imperiale e Canna: Ferdinando Di Leo e Alberto Cosentino. Ha moderato il dibattito la Dirigente scolastica Maria Saveria Veltri.

Numerosi gli ambiti disciplinari investiti dal progetto, che coinvolgerà 140 ragazzi. Dall’aspetto comunicativo a quello storico; dalle tradizioni all’esercizio della cittadinanza attiva; dall’aspetto ambientale e alle nuovi fonti rinnovabili. Un percorso articolato che si snoderà in orario pomeridiano e permetterà ai giovani corsisti di cimentarsi con argomenti di elevata attinenza sociale e di partecipazione democratica al fine di incentivare in loro quello spirito di legalità, spesso messo in secondo piano sin dall’età adolescenziale.

«Un’occasione importante per i ragazzi al fine di crescere con l’educazione alla legalità e all’interazione tra più soggetti presenti sul territorio – ha commentato il sindaco di Rocca Imperiale Ferdinando Di Leo -. Questo progetto è un ulteriore tassello che si aggiunge al mosaico della collaborazione costante tra l’Amministrazione comunale e l’Istituto comprensivo nel supporto alle nuove generazioni».

Presenti in sala, tra gli altri, anche il consigliere provinciale, Giuseppe Ranù; il sindaco di Montegiordano, Francesco La Manna;  il comandante della stazione dei Carabinieri di Rocca Imperiale, Antonio Fanelli; il comandante della Guardia di Finanza di Montegiordano Domenico Allevato e numerosi docenti della scuola ospitante.

Vincenzo La Camera

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *