Redazione Paese24.it

Castrovillari, al via progetto “Tra Sybaris e Laos”. Oltre un milione di euro per formazione e alternanza scuola-lavoro

Castrovillari, al via progetto “Tra Sybaris e Laos”. Oltre un milione di euro per formazione e alternanza scuola-lavoro
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

alberghiero-505593ff96f28E’ stato approvato dalla Regione Calabria per un importo di €. 1.300.320,15  il progetto “Tra Sybaris e Laos” presentato dall’IPSSAR di Castrovillari, diretto da Bruno Barreca, relativamente al bando sui Poli tecnici professionali turistici  dell’Assessorato alla Cultura della Regione Calabria, predisposto in rete con altri sette istituti della provincia di Cosenza: l’I.I.S.IPSSEOA di Praia a Mare, l’IPSIAl’ITI“Aletti”  di Trebisacce, l’IPSIAITI. “Nicholas Green” di Corigliano, l’IIS ITI-IPA-ITA e l’ITAS di Rossano, l’IPSIA – ITI  “G. Mazzone”  di  Cariati e l’I.I.S. “LS-ITCG” di Castrolibero.

All’iniziativa si sono associati 57 partner e 30 soggetti aderenti. Tra i partner figurano l’UNICAL, la Provincia di Cosenza ed il Parco Nazionale del Pollino, oltre all’ITS “Turismo e Benessere” di Rimini, Itineraria Bruttii onlus, 4 agenzie formative, 14 Comuni, 4 GAL, le  proloco, le associazioni di settore e le aziende del territorio della Calabria settentrionale leader nel settore turistico-ricettivo, dell’agribusiness e della gestione dei beni culturali. Il progetto “tra Sybaris e Laos”, curato dall’archeologo Paolo Gallo, punta a costruire un accordo territoriale per la valorizzazione dei beni culturali e del turismo sotto forma di rete di collaborazione tra gli attori della formazione, della ricerca e dell’imprenditoria,  facenti parte della Sibaritide storica comprendente l’alto Ionio fino a Cariati, l’area interna del Pollino e della media valle del Crati e l’alto tirreno cosentino fino alla Lucania. Il Polo si propone di favorire una pluralità di opportunità educative, attraverso la realizzazione di percorsi flessibili al fine di garantire a tutti l’esercizio del diritto/dovere all’istruzione ed alla formazione, tramite l’apprendistato, i tirocini formativi e l’alternanza scuola-lavoro. Esso si configura pertanto come contesto privilegiato di incontro tra le istanze provenienti dal mercato del lavoro, dal sistema economico e dalla progettazione dell’offerta formativa al fine di favorire l’occupazione e lo sviluppo di una cultura dell’accoglienza.

Il progetto sarà inaugurato venerdì 9 maggio 2014 alle ore 15,00 presso l’iPSSAR di Castrovillari con la prima assemblea dei soci alla presenza di enti locali, imprese ed associazioni di settore. L’iniziativa prevede attività di formazione rivolte a studenti, giovani disoccupati (NEET) ed operatori turistici, organizzati in corsi per ognuna delle tre annualità, distribuiti negli ambito delle competenze dirette di settore (cuochi, camerieri, sommelier, piazzaioli, panificatori…), dell’alternanza scuola-lavoro, delle competenze linguistiche, di quelle informatiche e degli ambiti legati all’economia d’impresa, al marketing ed all’orientamento. Inoltre sono previsti corsi per i formatori e stage formativi in Italia ed all’estero presso aziende di settore per i migliori corsisti di ognuna delle scuole partner. I corsi saranno attivati a partire da giugno 2014 e si protrarranno per tre annualità fino al 2016. In conclusione, c’è da sperare che il cammino appena intrapreso, se opportunamente sostenuto dalla disponibilità delle istituzioni e delle imprese ed associazioni di settore, condurrà a risultati apprezzabili sia dal punto di vista didattico-formativo, e quindi della conoscenza, della tutela e della salvaguardia del patrimonio culturale, che da quello più propriamente turistico, legato quindi allo sviluppo occupazionale ed economico della Calabria.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *