Redazione Paese24.it

Rossano, linea dura contro il commercio abusivo. Sanzionati 7 esercenti

Rossano, linea dura contro il commercio abusivo. Sanzionati 7 esercenti
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Comando Polizia MunicipaleLinea dura a Rossano contro gli abusivi. Nella mattinata di martedì 6 maggio, infatti, la Polizia municipale ha dato vita a una vasta operazione contro le violazioni alle normative vigenti in materia di commercio su aree pubbliche e il rispetto dei requisiti igienico-sanitari. Sono state sottoposte a controllo 22 attività commerciali ambulanti, mentre 7 sono gli esercenti sanzionati. Requisiti, inoltre, 260 chilogrammi di prodotti alimentari ortofrutticoli e ittici, oltre ad un ingente quantitativo di materiale di falso pellame, bigiotteria e accessori vari. Sequestrato un autocarro e posti a fermo amministrativo tre mezzi.

È quanto fanno sapere i vice comandanti del corpo di Polizia municipale, Pietro Pirillo e Giuseppe Calabrò, che hanno coordinato l’iniziativa di controllo partita intorno alle 8.00 e che ha visto come punti strategici Viale dei Normanni, piazze Bologna e Dante, via Aldo Moro, via Galeno, via Bruno Buozzi, via Telesio e via Escrivà. I controlli sono stati diretti dall’ispettore Pm Gennaro Arcovio con il supporto degli agenti Sorrentino, Aurelio, Fallico, Fascia, Giardino, Grillo, Casciaro e Provenza.

Soddisfatto, a termine dell’operazione, l’assessore alle Attività produttive Rodolfo Alfieri. «È stato un intervento giudiziario – ha dichiarato Alfieri  – eseguito in ottemperanza al nuovo regolamento per le attività produttive che stabilisce tempi, modi e spazi chiari sia per il commercio a posto fisso che per quello ambulante. L’operazione di stamani è solo il terminale di una lunga fase di presidio costante del territorio, portata avanti dagli agenti della Pm, per sensibilizzare e informare i commercianti sulle nuove regole. E di questo possiamo ritenerci soddisfatti perché su ventidue controlli sono state riscontrate solo sette infrazioni, con il risultato che le direttive varate dall’Amministrazione Antoniotti stanno attecchendo nel mondo del commercio. Per gli abusivi, spesso recidivi – ha concluso l’assessore –  è ovvio che l’unico mezzo di contrasto non può che essere la repressione».

Pasqualino Bruno

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *