Redazione Paese24.it

Trebisacce, ecco la terza lista. Sventola la bandiera dell’appartenenza e fa capo a Ninni Parise

Trebisacce, ecco la terza lista. Sventola la bandiera dell’appartenenza e fa capo a Ninni Parise
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Trebisacce, Piazza della Repubblica

Non c’è due senza tre ed ecco pronta la terza lista in vista delle Amministrative del 6 e 7 maggio per il rinnovo del consiglio comunale di Trebisacce. E’ stata infatti ufficializzata, attraverso una nota-stampa sottoscritta dai componenti del comitato promotore, la nascita della terza lista, che del resto era nell’aria. Essa non ha ancora un nome definito che sarà scelto dagli stessi candidati che ne faranno parte, ma ha sicuramente un candidato certo nella persona di Ninni Parise (nella foto in basso), di professione avvocato, trebisaccese di nascita, non nuovo negli ambienti politici di Trebisacce e della zona avendo tra l’altro rivestito in passato il ruolo di presidente della Comunità Montana dell’Alto Jonio e dell’Aterp di Cosenza.

Questa lista vuole rappresentare, secondo i promotori – la terza via verso il palazzo dopo la candidatura della lista “Vivere Trebisacce – dalla parte dei cittadini” guidata da Franco Mundo e di quella guidata da Pino Sposato intitolata “Trebisacce-Futuro”. Essenziale il comunicato che ha accompagnato la nascita della lista: «Si tratta – secondo la suddetta nota – di una lista alternativa alle prime due che, interpretando il bisogno della comunità trebisaccese di ritrovarsi attorno ai valori dell’identità, vuole realizzare il rinnovamento radicale del quadro valorizzando il senso dell’appartenenza come valore assoluto, al fine di avviare, attraverso una partecipazione più consapevole e più diretta dei cittadini, il rilancio sociale, economico e culturale della cittadina jonica».

La terza lista non ha dunque ancora un nome ma ha sicuramente un connotato certo che è quello dell’appartenenza al paese, sulla quale i fondatori della lista puntano molto, un valore che nel tempo non si è mai radicato profondamente perché Trebisacce nel corso degli anni ha subito una sistematica immigrazione dai paesi vicini, finendo col perdere i tratti salienti della sua identità. «La lista – si legge infine nella nota-stampa – non avendo un profilo politico, è aperta al contributo di quanti ne condividono lo spirito ed il progetto, ma ha già un’ossatura di squadra ben delineata, costituita prevalentemente da giovani, per lo più laureati, pieni di entusiasmo e di voglia di mettersi in gioco, da donne già inserite nel mondo del lavoro, pronte a rimboccarsi le maniche e non solo a fare da riempitivo e di persone nuove, disinteressate, libere da condizionamenti e finora estranee alla politica, che hanno capito che non si può sempre delegare agli altri il compito di amministrare la cosa pubblica e vogliono essere protagonisti ed arbitri del proprio futuro.

Quanto prima – si legge in conclusione nella nota – sarà presentato ufficialmente il candidato a sindaco, saranno resi pubblici i nomi dei 10 candidati ed il nome della lista che, conoscendo le difficoltà degli avversari di allestire le liste, si presenta agli elettori senza nascondere ambizioni di vittoria».

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *