Redazione Paese24.it

Villapiana, elezioni comunali potrebbero slittare. Lista “Uniti si cresce” in attesa della decisione del Tar

Villapiana, elezioni comunali potrebbero slittare. Lista “Uniti si cresce” in attesa della decisione del Tar
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

AMMINISTRATIVE: VIMINALE, TUTTO SUL VOTO DI DOMANI E LUNEDI'Elezioni comunali: sarà il TAR di Catanzaro, a cui ha fatto ricorso la lista n. 3 “Uniti si cresce” guidata da Luigi Bria, a dire la parola decisiva sui due candidati sospesi per inesattezza dei dati anagrafici dovuta a due omonimie esistenti nei registri anagrafici del Comune ed a stabilire, di conseguenza, la data in cui si potranno tenere le elezioni comunali. Nel senso che, se il Tar si pronuncerà entro venerdì 9 maggio, le elezioni si terranno regolarmente il 25 maggio, altrimenti la data slitterà all’8 giugno in concomitanza con i ballottaggi.

La Commissione Elettorale Mandamentale, nell’esaminare la suddetta lista, ha rilevato l’inesattezza anagrafica dei due candidati Rosa Francomano e Domenico Vuoto. In un primo momento ha ricusato la lista e, dopo essersi riconvocata su richiesta della controparte, non ha inteso assumere alcuna decisione nel merito. Per non essere penalizzata (10 candidati non sono la stessa cosa di 12) la lista interessata si è rivolta al Tar proponendo, attraverso il web, un ricorso urgente.

delfini mini busA questo punto, se il TAR si pronuncerà nei tempi previsti in questi casi, ci saranno i canonici 15 giorni tra l’ammissione delle liste e le elezioni e quindi si potrà votare regolarmente il 25 maggio. Altrimenti si voterà l’8 giugno, giorno in cui sono previsti i ballottaggi per i comuni al di sopra dei 15mila abitanti. L’incidente di percorso in cui è incappata la lista “Uniti per Villapiana”, anche se non è stato cavalcato dalle due liste avversarie, “Obiettivo Villapiana” guidata da Paolo Montalti e “Villapiana Domani” guidata da Ilaria Costa, che hanno rinunciato a chiederne la ricusazione per favorire un maggiore pluralismo e una campagna elettorale più equa e democratica, ha aggiunto un pizzico di sale ad una competizione che si annuncia già di per sé molto animata e dall’esito abbastanza incerto.  

Pino La Rocca   

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *