Redazione Paese24.it

Il “Pane di Cerchiara” adesso è un marchio registrato. Stop alle imitazioni

Il “Pane di Cerchiara” adesso è un marchio registrato. Stop alle imitazioni
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Pane di CerchiaraImportante riconoscimento al pane tipico di Cerchiara che, a far data dal 6 maggio scorso, si può fregiare del “Marchio collettivo geografico” che ne sancisce la tipicità e la qualità come “Pane di Cerchiara a lievito madre”. Tale marchio, accompagnato da un logotipo identificativo, disposto a seguito di deposito eseguito presso la Camera di Commercio Industria e Artigianato di Campobasso, è stato registrato all’Ufficio Italiano Marchi e Brevetti presso il Ministero dello Sviluppo Economico con attribuzione del numero C-35/2014. Il marchio rappresenta il coronamento di un percorso virtuosoa cui hanno dato un sostanziale contributo gli amministratori locali e la solerzia e lungimiranza dei panificatori locali.  «Il pane di Cerchiara – ha scritto con soddisfazione il primo cittadino Antonio Carlomagno nel comunicare la notizia – è il primo pane del Sud Italia a fregiarsi di un tale marchio e in assoluto uno dei pochi a livello nazionale.

delfini mini busIl titolare del marchio è il Comune di Cerchiara di Calabria che, su richiesta, ne concede l’uso ai panificatori locali garantendo l’esecuzione dei controlli sulla qualità, il rispetto del disciplinare, il corretto uso del marchio stesso». Si tratta di un risultato ampiamente meritato che ha il duplice risultato di garantire la qualità a favore dei consumatori e di impegnare i panificatori ad osservare con scrupolo il protocollo stabilito per la sua produzione che, come è noto, esalta la stretta interconnessione esistente tra il prodotto, il territorio, le tradizioni e la cultura del luogo, oltre naturalmente alla tutela legale dello stesso prodotto, delle sue tecniche di lavorazione e dell’originalità della ricetta. Un disciplinare, questo, che metterà in guardia i consumatori rispetto ai tentativi già attuati di volgarizzazione, ossia di “abusivo utilizzo” del nome “Pane di Cerchiara” per mettere sul mercato altre qualità di pane provenienti da altri territori e/o realizzati con tecniche differenti a quelle tipiche del Pane di Cerchiara.    

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *