Redazione Paese24.it

Castrovillari, l’ITCG Pitagora Calvosa si aggiudica il concorso “La mia terra vale”.

Castrovillari, l’ITCG Pitagora Calvosa si aggiudica il concorso “La mia terra vale”.
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

imagesIl concorso nazionale dedicato alle scuole “La Mia Terra Vale!” premia l’ITCG Pitagora Calvosa di Castrovillari, che si aggiudica il primo premio messo in palio nell’ambito dell’iniziativa proposta da LIFE fa.re.na.it. (Fare Rete Natura 2000 in Italia) a tutte le scuole italiane. Il progetto fa.re.na.it, realizzato dal CTS (Centro Turistico Studentesco e giovanile) in partenariato con ISPRA, Regione Lombardia, Coldiretti e Comunità Ambiente  e realizzato con il contributo economico del Programma Life+ della Commissione Europea nonché con il cofinanziamento dei Ministeri dell’Ambiente e delle Politiche Agricole, l’iniziativa intendeva favorire la conoscenza delle aree Natura 2000 e promuovere la biodiversità, nell’ambito di un più ampio progetto di comunicazione, finalizzato a promuovere la conservazione della biodiversità in Italia, in particolare nelle aree rurali.

I ragazzi della II A dell’ITCG Pitagora Calvosa di Castrovillari hanno primeggiato in questo concorso a livello nazionale, sulle oltre 200 classi in gara, proponendo un lavoro sul SIC La Petrosa situato nel Parco Nazionale del Pollino, uno tra i più belli e ricchi di biodiversità tra i parchi italiani. Si chiama “La Petrosa fiorisce…il sentiero delle orchidee” un percorso centrato sulle orchidee che rappresentano il rapporto tra la biodiversità e l’agricoltura eco compatibile, il cui obiettivo è quello di dare un’immagine diversa della Petrosa poco conosciuta anche dai cittadini della zona. I giovani vincitori si sono così aggiudicati un soggiorno di tre giorni e due notti  presso un’area naturale di particolare pregio a livello nazionale. A completare il podio di questa importante iniziativa, promossa anche con la collaborazione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca  e la Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, la IIIB dell’IC PALMIERI di Milano con ”Il Parco Agricolo Sud” e la IIIAP e la IIIBP dell’IIISS CASTIGLIONI di Cesano Maderno (MB) con “Il Parco di Mombello”.

Giovanni Pirillo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *