Redazione Paese24.it

Tour operator russi arrivano a Civita ed è amore a prima vista

Tour operator russi arrivano a Civita ed è amore a prima vista
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF
L'incontro tra le istituzioni di Civita e i tour operator russi

L’incontro tra le istituzioni di Civita e i tour operator russi

I russi innamorati di Civita. Trentasei tour operator sono approdati nel paese del Pollino, ospiti del Consorzio Turistico Borghi del Pollino, presieduto da Gianluca Colaci.  Accompagnati dal trip leader, Oksana Khoma, del tour operator calabrese Valentour di Debora Valente, la pattuglia di operatori turistici russi è stata accolta dal consorzio locale e dalla neo eletta amministrazione comunale, guidata dal sindaco, Alessandro Tocci, in una sinergia pubblico – privato che ha regalato grandi emozioni agli operatori dell’est europa, che da qui a breve si occuperanno dell’incoming di flussi turistici verso la cittadina arbereshe dell’area protetta del Parco del Pollino.

A salutare l’arrivo della comitiva di operatori turistici il presidente del Consorzio, Gianluca Colaci, il vice presidente, Gianluca D’Alba, insieme a tutti i rappresentanti della rete di operatori coinvolti in questo progetto di paese albergo, in compagnia del sindaco, Alessandro Tocci, che ha sottolineato il «valore interculturale della proposta messa in campo dai nostri operatori turistici che porterà di sicuro beneficio alla nostra comunità». La cittadina ha vissuto la visita degli operatori stranieri come «un giorno di festa. Troverete l’ospitalità di tutti, troverete le porte aperte» ha dichiarato Luca D’Alba, responsabile del settore escursionistico per il consorzio.Civita 2

L’accoglienza dei tour operator, ricevuti nella mattinata di ieri (martedì 3 giugno ndr) sulla terrazza del belvedere di Civita e la sera a ridosso della piazza centrale della comunità arbereshe, si è trasformata in una vera e propria festa popolare allietata dalle musiche tradizionali di Tonino Palazzo (cchitarra), Giovanni Stabile (fisarmonica) e Angelo Le Rose (zampogna, tamburello e voce) che hanno contribuito ad ammaliare il gruppo numeroso di operatori turistici provenienti dalla Russia.

Pasqualino Bruno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *