Redazione Paese24.it

Corigliano, dieci giovani calciatrici al Grossroot

Corigliano, dieci giovani calciatrici al Grossroot
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF
Le Ragazze Ic Erotodo- Sporting C. Corigliano

Le Ragazze Ic Erotodo- Sporting C. Corigliano

Grande soddisfazione in riva allo jonio per la “convocazione” di ben dieci calciatrici- calcettiste juniores coriglianesi al sesto festival Grossroot del 14 e 15 giugno prossimi. Manifestazione, inserita all’interno della festa di fine stagione di calcio giovanile, in programma come ogni anno al centro Figc di Coverciano. Nell’ambito della due giorni, le giovani atlete rappresenteranno l’intera Calabria confrontandosi con le pari età di tutta Italia. Promozione della passione calcistica del gentil sesso, sposata dall’istituto comprensivo coriglianese ”Erotodo” attraverso la promozione e la cooperazione con lo Sporting Club Corigliano. Programma svolto durante tutto l’anno scolastico e la stagione sportiva nell’ambito dell’iniziativa predisposta dal progetto nazionale Figc- Lnd dal tema “Io Calcio a 5 femminile”. Circa 100 le alunne partecipanti, della scuola secondaria di primo grado, coordinate dalla docente referente Annalisa Rotili. Iniziativa direttamente connessa al programma dello Sporting Club dal titolo “Una scuola, uno Sporting”. Iniziativa sperimentale voluta e condivisa da più anime e in primis alla volontà del coordinatore e delegato federale, del settore giovanile-  scolastico calabrese Piero Lo Guzzo.

Fattivo l’impegno della dirigente scolastica dell’I.C. “Erodoto” Susanna Capalbo che ha creduto nella validità del progetto e nella cooperazione col Sporting. Sul fronte tecnico ottimo l’impegno  della professoressa di educazione fisica Rotili unitamente all’allenatore bianco verde Francesco Lepera. Mister Lepera, in effetti, ha seguito nella fattispecie  la crescita delle giovani calciatrici attraverso le varie sedute di allenamento.  Prof.ssa Rotili, per l’Erodoto, e il tecnico Lepera, per lo Sporting, che accompagneranno e seguiranno in questa spedizione e avventura le giovani e motivate calciatrici coriglianesi. Da precisare che la cooperazione tra mondo scolastico e Sporting prosegue con ottimi risultati ormai da anni attraverso varie iniziative ben congeniate.  Oltretutto, è la prima volta che un istituto della città di Corigliano Calabro parteciperà ad una manifestazione di tale portata rappresentando un’intera regione.  E anche se il numero di studentesse partecipanti al progetto, è stato ben più ampio, lasciando così ben sperare per il futuro del movimento calcistico al femminile regionale, le ragazze della spedizione 2014 a Coverciano portano i nomi di Melcangi, Fino, Faiella, Kalapchiyska, Pisani, Pignataro, Nicolova, De Luca, Abouaissa e Perrella. Soddisfazione per la riuscita dell’idea del calcio per adolescenti donne, anche per il presidente dello Sporting Massimo Fino e di tutti gli addetti ai lavori che con slancio hanno compartecipato all’evoluzione di giovani protagoniste. Nel mese di maggio, oltretutto, proprio presso lo Sporting vi è stata la tappa, alla presenza dello stesso dirigente federale Loguzzo, che divertito ha assistito a scatti, tiri, parate e dribbling delle ragazze in campo. Concetto basilare emerso la passione coltivata attraverso il divertimento correndo dietro ad una sfera oggi come ieri per la specialità più amata da uomini ma soprattutto donne.

Cristian Fiorentino

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *