Redazione Paese24.it

Pizzicati dai carabinieri mentre rubano auto. Due arresti a Cosenza

Pizzicati dai carabinieri mentre rubano auto. Due arresti a Cosenza
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Due arresti a Cosenza per i reati in concorso di furto aggravato e danneggiamento. Gli arresti arrivano dopo l’intensificazione, da parte del comando provinciale di Cosenza,  dei servizi di prevenzione e repressione, volte a frenare l’escalation dei furti di auto, che alimentano sempre più la tecnica del “cavallo di ritorno”. Proprio per questo motivo, i militari della compagnia dei carabinieri di Cosenza, nella mattinata di martedì 17 giugno, hanno tratto in arresto il 25enne A. B, e il 24ennne F. B., in esecuzione dell’ordinanza di applicazione di misura cautelare personale, emessa dal Tribunale – Sezione G.I.P. di Cosenza, per i reati  in concorso di furto aggravato e danneggiamento.

I provvedimenti restrittivi scaturiscono dall’attività investigativa dei militari dell’Arma, coordinate dal Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Cosenza, dottor Giuseppe Cava e dirette dal Procuratore Capo, Dario Granieri, e partono in particolare dal 5 giugno scorso, quando i due arrestati venivano sorpresi dai carabinieri a rubare, a Cosenza, un’autovettura in sosta. I due, alla vista dei militari, si sono dati alla fuga, e dopo aver danneggiato una autovettura in sosta, hanno abbandonato il mezzo rubato, fuggendo per le vie cittadine e facendo perdere le loro tracce.

Al termine delle formalità di rito, gli arrestati sono stati associati alla locale casa circondariale, come disposto dalla competente autorità giudiziaria.

Pasqualino Bruno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *