Redazione Paese24.it

Il FAI porta Mormanno nel cuore

Il FAI porta Mormanno nel cuore
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Mormanno_13Il FAI, Fondo Ambiente Italiano, si spende per Mormanno, paese simbolo del Parco nazionale del Pollino, emblema di tutti i piccoli borghi che rischiano di scomparire, a causa dello spopolamento, specie dopo il terremoto del 2012. E con essi le testimonianze storiche, culturali e artistiche che conservano. Per questo la delegazione FAI del Pollino, guidata dalla professoressa Donatella Laudadio, ha presentato ieri (lunedì 23 giugno), nel cine teatro comunale di Mormanno, la campagna “I luoghi del cuore”, alla quale ha candidato il comune di Mormanno quale luogo da tutelare e valorizzare. Basta un click, sul sito internet del FAI, oppure in forma cartacea, attraverso delle apposite cartoline o dei moduli da sottoscrivere anche presso il Municipio di Mormanno, per dare il proprio voto.

La campagna terminerà il 30 novembre 2014. E il 28 giugno, sempre al cine teatro comunale, alle ore 18, ci sarà un’altra iniziativa, pure presentata lunedì, su Mormanno e Angelo e Genesio Galtieri, due pittori del posto, durante la quale il dott. Gianluigi Trombetti e il prof. Franco Caruso, delegati FAI del Pollino, illustreranno le peculiarità dell’antico borgo per accrescere la consapevolezza dei cittadini, e non solo, sulla ricchezza culturale che ha da sempre contraddistinto il centro montano del Pollino. All’incontro di ieri sono intervenuti, dicendosi orgogliosi della scelta del FAI Pollino, il sindaco di Mormanno, Guglielmo Armentano, il vice sindaco, Domenico Armentanto e il presidente del Parco nazionale del Pollino, Domenico Pappaterra, che ha proposto una serie di iniziative promozionali per coinvolgere – specie durante l’estate – i cittadini e il territorio a sostegno della candidatura di Mormanno quale “luogo del cuore” del FAI. All’incontro, moderato dal giornalista Roberto Fittipaldi, anch’egli delegato FAI del Pollino, gli altri delegati Trombetti, Caruso e Mimmo Sancineto.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *