Redazione Paese24.it

Finisce con l’auto in un burrone. Oriolo perde il suo artista Giorgio Maiuri

Finisce con l’auto in un burrone. Oriolo perde il suo artista Giorgio Maiuri
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

maiuriEra considerato tra gli artisti più meritevoli di Oriolo. Pittore, scultore, poeta, fotografo, restauratore. Una figura poliedrica che attirava la simpatia, la stima e l’amicizia di tutti in paese. Giorgio Maiuri, 57 anni, è deceduto presso l’ospedale di Rossano attorno alle due nella notte tra sabato e domenica a causa di un incidente stradale che lo ha visto precipitare in un burrone con la sua Fiat Panda, con le cause in corso di accertamento. Il drammatico episodio è avvenuto attorno alle 21.30 di sabato lungo la strada dei Cappuccini che collega Oriolo a Nocara. Maiuri era da solo in auto. E’ stato soccorso dal 118 di Trebisacce che lo ha subito trasportato presso il nosocomio bizantino dove l’artista ha cessato di vivere.

Dopo il diploma all’Istituto Tecnico, Maiuri si iscrive a Milano alla facoltà di Filosofia ma la sua passione pratica per l’arte lo spinge a ritornare subito ad Oriolo, dove si ritira nella sua casa in campagna per studiare da autodidatta. Viaggia molto. In Africa dove visita la Tunisia, il Marocco, il Kenia, la Tanzania. Ma anche in Asia, in India e nello Sri Lanka, e in America Latina, dove scopre il Messico. Non era sposato e viveva in famiglia. Appena appresa la notizia, l’affettoe allo stesso tempo il dolore degli oriolesi per la perdita di un amico si sono riversati su facebook, dove continuano a visualizzarsi messaggi, ricordi, aneddoti legati alla sua figura.

“Ad ogni passeggiata, ad ogni giro, qualsiasi cosa io veda sento la necessità di riportare sulla carta, su un pezzo di ferro, persino sul cemento ciò che osservo e percepisco”, il testamento di Giorgio Maiuri.

Vincenzo La Camera

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *