Redazione Paese24.it

Spiragli per la metro Sibari-Crotone. Il progetto nel POR 2014/2020

Spiragli per la metro Sibari-Crotone. Il progetto nel POR 2014/2020
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Si apre uno spiraglio per la realizzazione della metropolitana leggera di superficie “Sibari-Crotone”. Il progetto in questione è stato inserito nell’ambito del programma operativo regionale 2014/2020 (Asse Prioritario 7 – Sviluppo delle reti di mobilità sostenibile), di cui discuterà il Consiglio regionale  il prossimo 21 luglio 2014 per la definitiva approvazione.  A darne  notizia è il  Presidente della I Commissione Affari Istituzionali, l’Onorevole Giuseppe Caputo. «Ho sempre creduto in quest’opera strategica – ha affermato Caputo -, sin dal 2011, quando a più riprese ponevo la questione dei trasporti in relazione all’ipotesi della realizzazione dell’aeroporto di Sibari, opera prevista nel piano regionale dei trasporti, verso cui occorrerà tenera alta l’attenzione. Oggi vi è l’orientamento del Consiglio regionale di sostenere l’iniziativa della metropolitana leggera Crotone-Sibari,  che sarà utile a collegare le comunità dell’alto jonio cosentino con l’aeroporto di S.Anna. Un progetto escluso dalla precedente programmazione comunitaria 2007/2013, e oggi finalmente inserito nell’attuale pianificazione. Tale infrastruttura – ha proseguito Caputo – garantirà il diritto alla mobilità, da sempre compromesso a causa della scarsa attenzione riposta dai vari governi che si sono succeduti nel tempo. L’azione meritoria intrapresa da sindaci e partiti politici in questa direzione, non può che avvalorare l’idea di portare avanti un progetto che ha una duplice azione d’intervento: rafforzare il sistema dei trasporti su rotaia e agevolare il raggiungimento dello scalo aeroportuale crotonese. Non meno importante è l’aspetto di ordine sociale: con la realizzazione della metropolitana leggera di superficie si consolideranno i rapporti commerciali, sociali, economici, politici tra tutta l’area della Piana di Sibari e  la città di Pitagora».

L’intervento prevede la realizzazione di nuove “stazioni/fermate”, l’adeguamento tecnologico delle principali stazioni esistenti per l’espletamento dei servizi di trasporto regionali, in particolare sui nodi di scambio della rete ferroviaria regionale collocati nei principali centri urbani e caratterizzati da una forte vocazione turistica.  Sulla mobilità sostenibile il programma operativo regionale (Asse Prioritario 7) prevede una spesa d’investimento pari a 333.680.190 milioni di euro, di cui il 50% in quota al fondo europeo. «E’ un progetto di ampio respiro –ha affermato Caputo- che potrà rappresentare una boccata d’ossigeno per l’indotto, l’occupazione e le imprese soffocate dalla crisi».

La problematica relativa ai trasporti dell’area jonica e la richiesta di realizzazione metropolitana di superficie, sono temi che verranno affrontati anche durante il Consiglio comunale congiunto delle città dell’Area urbana Corigliano-Rossano. Le due più importanti amministrazioni comunali del territorio della Sibaritide, saranno impegnate a discutere e confrontarsi su una delle questioni che riguardano il territorio, per decidere le azioni da intraprendere sinergicamente. I Presidenti delle Assemblee civiche di Rossano, Vincenzo Scarcello, e di Corigliano Calabro, Pasquale Magno, hanno convocato le rispettive Assisi in modo congiunto per il prossimo lunedì 21 Luglio 2014, alle ore 17.00, in seduta straordinaria, presso la Sala Consiliare del Centro storico di Rossano.

Pasqualino Bruno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *