Redazione Paese24.it

Trebisacce, due opere a “costo zero” per le casse comunali. Aperti i cantieri

Trebisacce, due opere a “costo zero” per le casse comunali. Aperti i cantieri
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Piazza Mazzini con Monumento ai CadutiNonostante la grave situazione finanziaria delle casse comunali e in attesa che vengano finalmente avviati i lavori del Lungomare l’amministrazione comunale di Trebisacce, anche per dare sollievo alla disoccupazione, ha aperto due cantieri già finanziati. Per il primo, la riqualificazione di piazza Mazzini, si è trattato solo di autorizzare un intervento “a costo zero”. Grazie infatti alla sensibilità ed alla generosità di un figlio illustre di Trebisacce che vive oltre oceano piazza Mazzini, con l’annesso Monumento ai Caduti, saranno completamente ristrutturati e arredati con nuove essenze vegetali e con al centro “un’opera di architettura monumentale di carattere storico”. Autore del generoso gesto è l’architetto di origini trebisaccesi Vincenzo Odoguardi, vice-console onorario presso l’Ambasciata Italiana della Repubblica di Santo Domingo, già autore, insieme al giovane trebisaccese Marco Romano, di una voluminosa pubblicazione dal titolo “L’Odore del dimenticare” che, con dovizia di immagini e varie testimonianze, riporta la biografia di tutti gli eroi trebisaccesi caduti in guerra nel corso dei due grandi conflitti mondiali di cui, il più illustre, rimane Alfredo Lutri, medaglia d’oro al valore militare. Per onorarne la memoria e per dare a ognuno di loro la visibilità che merita, l’Arch. Odoguardi ha deciso di investire sulla memoria storica del suo paese: ha dato incarico all’ingegnere Lucia Potenza di redigere il progetto esecutivo dei lavori, lo ha presentato al comune per avere il benestare ed ha assegnato i lavori all’impresa “Ital-Costruzioni” di Trebisacce accollandosi tutte le spese, sia di progettazione e direzione lavori che di realizzazione dei lavori. L’amministrazione comunale in carica, da parte sua, ha preso atto della bella donazione e ne ha autorizzato i lavori che sono già in fase avanzata.

Centro Polival. in costruz.L’altro cantiere, già aperto da qualche settimana, quest’ultimo a totale carico dello Stato, è quello relativo alla costruzione, in contrada Russo, di un Centro Sportivo Polivalente, con annessi spogliatoti, anch’esso in avanzata fase di realizzazione da parte dell’Impresa Morrone di Pedace (CS) e destinato a soddisfare la grande domanda di impianti sportivi di cui la cittadina jonica finora era completamente sprovvista. «Dopo aver lavorato per evitare di perdere il finanziamento a seguito della mancata indicazione del sito ove realizzare l’impianto del nuovo centro sportivo finanziato dal ministero degli Interni in base alla campagna “Io Gioco leale”, – si legge in una nota del sindaco Francesco Mundo – il comune di Trebisacce ha appaltato i relativi lavori per un importo complessivo 507mila euro. RETTIFICA

Si tratta – ha aggiunto il sindaco – di un impianto polifunzionale coperto, nel quale è possibile praticare diversi sport. Solo l’impegno attivo e costante dell’esecutivo comunale e dell’assessore ai LL.PP. Filippo Castrovillari, – ha concluso l’avvocato Mundo – ha impedito che se ne perdesse il finanziamento e quindi la possibilità di avere un’importante struttura sportiva a disposizione dei giovani».

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *