Redazione Paese24.it

Castrovillari, presentata la nona edizione del Festival Etno Jazz “Suoni”

Castrovillari, presentata la nona edizione del Festival Etno Jazz “Suoni”
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF
La presentazione del Festival Etno Jazz “Suoni” di Castrovillari

La presentazione del Festival Etno Jazz “Suoni” di Castrovillari

Si accendono i riflettori sulla nona edizione del Festival Etno Jazz “Suoni” di Castrovillari. La kermesse, organizzata dalla Pro Loco cittadina, ideata e diretta artisticamente da Gerardo Bonifati e Sasà Calabrese e patrocinata dal Comune di Castrovillari, è in programma dal 28 al 30 luglio nei chiostri del Protoconvento francescano. La manifestazione è stata presentata nella mattinata di martedì 22 luglio, al primo piano di palazzo Gallo, sede momentanea del municipio di Castrovillari.

Alla presentazione erano presenti i direttori artistici della rassegna, Gerardo Bonifati e Sasà Calabrese, il vice presidente della Pro Loco, Eugenio Iannelli, il componente della “Consulta dei Saggi” in seno alla stessa, Paolo Salvaggio, la presidente della consulta scientifica della Pro Loco,  Minnella Bloise e il segretario generale dell’Ente, Maurizio Ceccherini. Ceccherini ha portato il saluto del Commissario straordinario, Massimo Mariani, occupato per lavoro in altra sede, confermando la disponibilità dell’Ente «a sostenere, a partire dalle possibilità esistenti ed in forma sussidiaria, quelle identità territoriali da cui scaturiscono espressioni importanti come conferma anche “Suoni”». Lo stesso ha anche rammentato a tal proposito e in una logica di “rete”, fondamentale per la crescita partecipata di tutte le specificità residenti, che «il Comune è pronto a pubblicare un bando per offrire iniziative prodotte o proposte da associazioni o altri soggetti, disponibili ad organizzare eventi per l’estate castrovillarese».

Tutti, inoltre,  hanno sottolineato, in vario modo e da più angolazioni, la portata della manifestazione per le opportunità che offre e che affermano la positività di un progetto, nato per richiamare il ruolo della mediterraneità e delle contaminazioni tra generi musicali intramontabili, ma soprattutto fare della kermesse un veicolo per promuovere i tanti talenti musicali che risiedono nella nostra terra.

Gli appuntamenti presentati delle tre serate sono divisi, per ciascuna giornata, in due set: grandi cantautori jazz come il sassofonista Gaetano Partipilo, Natalio Luis, Rossana Calabrese e il chitarrista Fausto Mesolella nel primo, mentre  il gruppo Choram Populo, Apulia A3 project e Pierodavide Carone esprimeranno la tradizione etno popolare.

Pasqualino Bruno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *