Redazione Paese24.it

Rossano, sabato “Musica e solidarietà”. Cinque associazioni di volontariato si raccontano

Rossano, sabato “Musica e solidarietà”. Cinque associazioni di volontariato si raccontano
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF
Il manifesto dell'evento "Musica e solidarietà"

Il manifesto dell’evento “Musica e solidarietà”

Cinque associazioni di volontariato del territorio si mettono a nudo, per parlare di traguardi e di progetti al fianco di chi è meno fortunato. Questo è il leitmotiv che accompagnerà l’iniziativa “Musica e solidarietà”, in programma sabato 26 luglio, a partire dalle 21.30, presso l’anfiteatro comunale lungomare Sant’Angelo di Rossano.

L’evento nasce da un progetto a rete messo in atto dalla Pro Loco Rossano “La Bizantina”, con a capo Federico Smurra, in collaborazione con il Centro Studi Musicali “G.Verdi”, guidato dal Maestro Giuseppe Campana a cui è stata affidata la direzione artistica della serata. I presidenti dei sodalizi associativi saranno intervistati dalla giornalista Stefania Schiavelli. Le associazioni di volontariato che quest’anno saranno presenti all’interno dell’anfiteatro comunale sono: il Gruppo Donatori di sangue Fratres “Francesca Zicarelli”. onlus presieduto da Alfredo Zicarelli con il coordinatore regionale Fratres Calabria Quintino Zicarelli, l’Associazione “Vincenzino Filippelli”. Onlus guidata da Elisabetta Verrina, l’associazione “Carpe Diem” presieduta da Salvatore Aloisio, l’Avo Calabria, con il presidente regionale Danilo Ferigo e l’Avo Rossano, guidata da Saverio Cersosimo. L’evento gode del patrocinio del Comune di Rossano e si inserisce nella ventiduesima edizione dell’estate rossanese promossa dall’assessorato al turismo guidato dal vice sindaco Guglielmo Caputo.

Ad allietare la serata i talenti del Centro Studi Musicali “G. Verdi”. Musicisti e cantanti faranno da cornice a tematiche importanti come la donazione del sangue, i progetti a sostegno dell’oncologia pediatrica, la donazione del cordone ombelicale, la scuola di teatro e il supporto al reparto di oncologia locale, l’assistenza dei malati nelle corsie ospedaliere.

Pasqualino Bruno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *