Redazione Paese24.it

Amendolara, ladri tentano di entrare in una villetta. Il padrone di casa li mette in fuga

Amendolara, ladri tentano di entrare in una villetta. Il padrone di casa li mette in fuga
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

ladriTornano i topi di appartamento, questa volta in versione estiva e ad Amendolara Marina, dove questa notte (tra lunedì e martedì) attorno alle 3 una banda di balordi coperti da passamontagna ha provato ad intrufolarsi in una villetta nella zona della Lista, nei pressi di via Cappella dei Greci. Solo il tempestivo intervento del giovane padrone di casa, F.P., è riuscito a mettere in fuga i tre malintenzionati che si sono dileguati nel buio della notte a mani vuote. Il giovane – da come racconta al nostro giornale – era da poco rientrato a casa da una serata trascorsa con gli amici quando ha notato una luce particolare (come una torcia) che si faceva spazio da una finestra. Incuriosito da questo fascio di luce anomalo si è alzato dal letto e in una frazione di secondo si è accorto che tre balordi si trovavano nel giardino di casa pronti ad entrare.

Stampe e gadget per i tuoi eventi ESTATE 2014 (clicca per ingrandire)

Stampe e gadget per i tuoi eventi ESTATE 2014 (clicca per ingrandire)

I ladri, ormai scoperti, se la sono data a gambe. All’interno dell’abitazione, al piano di sotto, dormivano i genitori del giovane con la sorella, che sono stati svegliati dalle grida rivelatesi un ottimo allarme contro i furfanti. Sul posto sono intervenuti successivamente i carabinieri della stazione di Roseto Capo Spulico. Tanto lo spavento per la famiglia che si è vista, purtroppo come tante nel territorio dell’Alto Jonio, violare la propria intimità nel luogo domestico più caro.

Torna l’allarme furti quindi che in estate assume proporzioni ancor più pericolose in quanto “saltano” un po’ gli orari di rientro a casa con il rischio di potersi trovare davanti ospiti inattesi e soprattutto non graditi. I comuni, la prefettura, le forze dell’ordine devono fare rete per arginare il problema (sistemi di video-sorveglianza, pattugliamenti, etc…) con la consapevolezza che è loro dovere far dormire sonni tranquilli ai cittadini.

Vincenzo La Camera

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *