Redazione Paese24.it

Corigliano, l’assessore Chiurco smonta le polemiche: «L’eco-compattatore funziona»

Corigliano, l’assessore Chiurco smonta le polemiche: «L’eco-compattatore funziona»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF
Foto di repertorio

Foto di repertorio

« L’eco-compattatore installato meno di un mese fa funziona benissimo ed anzi pure troppo». Questa è la risposta fornita dall’assessore all’ambiente del comune di Corigliano, Marisa Chiurco, in merito ad alcuni dubbi, apparsi anche su alcuni organi di informazione locale, in merito al funzionamento dell’eco-compattatore, installato poche settimane addietro.

«In meno di un mese – ha spiegato l’assessore -, siamo arrivati ad oltre 65.000 bottiglie conferite. Un risultato importante e che dimostra la partecipazione di larga parte della popolazione a questa ulteriore iniziativa di sensibilizzazione alla tutela ambientale ed in particolare alla differenziata».

«Può accadere che, così come è accaduto anche in mia presenza – va avanti la Chiurco – inserendo troppe bottiglie una dietro l’altra, senza aspettare il tempo necessario previsto, l’eco-compattatore si blocchi temporaneamente, non ricevendo più altre bottiglie. Ed è in questi casi che, in attesa dell’operatore della Demetra-Garby chiamato per sbloccare la macchina, altri utenti si siano visti costretti a depositare a terra sacchi di bottiglie. Tutto qui. Si tratta – ha aggiunto l’assessore all’ambiente – di un minimo inconveniente, determinato dall’uso non corretto della macchina ma che dura il tempo strettamente necessario all’operatore di intervenire e rendere nuovamente funzionante l’eco-compattatore».

L’assessore Marisa Chiurco, inoltre, ha voluto fare il punto della situazione in merito alle discariche abusive di amianto presenti  in alcune zone di Corigliano. «I competenti uffici comunali hanno già attivato, non soltanto per il torrente Gennarito, ma per altre discariche abusive individuate nel territorio, le lunghe, complesse e soprattutto costose procedure di bonifica imposte dalla normativa. L’eternit abbandonato incivilmente ed irresponsabilmente sarà prelevato ovunque su tutto il territorio ed a spese della collettività».

Pasqualino Bruno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *