Redazione Paese24.it

Cerchiara, rubato il defibrillatore all’esterno della delegazione comunale della Piana

Cerchiara, rubato il defibrillatore all’esterno della delegazione comunale della Piana
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

aaaRubato il defibrillatore allocato nell’apposita cassetta di custodia posizionata all’esterno della delegazione comunale della frazione Piana di Cerchiara. Si tratta di uno dei 151 defibrillatori acquistati dalla provincia di Cosenza e donati ai comuni, alle associazioni di volontariato, alle società sportive, agli stabilimenti balneari. Ne ha dato notizia, dopo aver sporto regolare denuncia ai Carabinieri, il sindaco di Cerchiara Antonio Carlomagno, di professione cardiologo e quindi ben consapevole della gravità del furto. Il tipo di defibrillatore acquistato dalla Provincia è, come è noto, un apparecchio medicale semi-automatico, utilizzabile quindi anche da un profano e capace quindi, attraverso una defibrillazione precoce, di salvare una persona colpita da un arresto cardio-respiratorio. Un accidenti, questo, che se non trattato nei tempi dovuti, provoca il danneggiamento dell’organo umano più importante, ossia il cervello, tanto è vero che le possibilità di salvare una persona in arresto cardio-respiratorio calano del 10% per ogni minuto che passa.

Il primo cittadino lo ha definito “un atto vandalico ed un autentico attentato alla salute pubblica” perché, a rifletterci bene, equivale ad un vero e proprio omicidio. «Sono senza parole, – ha commentato il dottor Carlomagno – voglio solo confidare nel fatto che la presenza al suo interno di un sistema GPS che viene monitorato dalla postazione 118 possa permettere di individuare la posizione dove il defibrillatore è attualmente localizzato».

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *