Redazione Paese24.it

Amendolara, la scuola abbraccia la diversità. Al Comprensivo di Rocca Imperiale il Premio Pagano 2014

Amendolara, la scuola abbraccia la diversità. Al Comprensivo di Rocca Imperiale il Premio Pagano 2014
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF
Il momento della premiazione con il presidente Pagano e la scuola di Rocca Imperiale

Il momento della premiazione con il presidente Pagano e la scuola di Rocca Imperiale

Dopo l’istituto comprensivo di Francavilla Marittima per la prima edizione, quest’anno è il Comprensivo di Rocca Imperiale ad aggiudicarsi il “Premio Umberto Pagano”, organizzato dall’Associazione Per lo Sviluppo dell’Alto Jonio, e che coinvolge le scuole del territorio su tematiche particolarmente attuali. Tema di quest’anno “Uguaglianza=diversità” con gli alunni della 3^ B della Scuola Secondaria di I Grado del “paese dei limoni e della poesia” che sono risultati i più bravi, secondo la commissione, grazie a due videoclip dal titolo “Un dono” e “Filastrocca sulle differenze”.

Questa la motivazione: “I due video rappresentano il contributo più originale, ad avviso della giuria, sul tema del concorso. Il tema della integrazione, come banco di prova sul quale misurare l’equilibrio tra uguaglianza e diversità, e’ trattato con intima partecipazione dagli attori e con fantasia nella ricerca del mezzo espressivo, anche in rapporto, come avviene nel secondo video, con la complessità del pensiero di Ghandi”. Al secondo posto, un bel disegno di Erica Renne della 3^ A della Scuola Secondaria di I Grado di Amendolara. Terzi classificati, con un video particolare girato in classe, i ragazzi della 3^ A della Scuola Secondaria di I Grado di Villapiana. Questa classe, formata da 22 alunni, ospita 9 ragazzi marocchini e un albanese. Il Comprensivo di Villapiana è quasi certamente la scuola della provincia di Cosenza con un più alto numero di studenti extracomunitari. Al quarto posto, invece, un ex aequo: un video di Lucrezia Panno e Miriam Pugliese della 3^ C della Scuola Secondaria di I Grado di Oriolo e un video della 3^ B della Scuola Secondaria di I Grado di Roseto. I vincitori portano a casa, oltre ad una pergamena ricordo, dei buoni in denaro per l’acquisto di libri per il prossimo anno scolastico (500 euro al 1^ classificato, 350 al 2^, 250 al 3^ e 150 al 4^: premi messi a disposizione dall’associazione.

premio pagano 2La serata del premio come di consueto si è svolta nella piazza Giovanni XXIII di Amendolara centro con un degna cornice di pubblico composta da emigranti, cittadini, docenti e alunni. La manifestazione ben coordinata dall’insegnante Elvira Panno ha visto i saluti del sindaco Antonello Ciminelli e quelli del Dirigente scolastico Walter Bellizzi al quale l’associazione, per mano del vicepresidente Vincenzo La Camera, ha regalato una targa “per l’impegno e la professionalità dimostrati in questi anni al servizio della Scuola e del Territorio”. Infatti il preside Bellizzi dal prossimo anno scolastico dirigerà l’Istituto Comprensivo di Morano-Saracena. Spazio poi agli interventi di Rosangela Muscetta che da membro del direttivo dell’Associazione ha illustrato finalità e obiettivi ponendo l’accento sull’impegno presente e futuro del sodalizio di lavorare con la progettualità dei finanziamenti europei 2014-2020, realizzando qualcosa di tangibile sul territorio e quindi posti di lavoro. Poi il saluto dei consiglieri parlamentari Antonio Pagano (presidente dell’associazione) e Daniela D’Ottavio che assieme al preside Bellizzi, hanno insistito sulla necessità e sul dovere della Scuola di educare alla diversità come valore e come risorsa. D’altronde, le dita di una mano sono tutte diverse ed è per questo che funziona alla perfezione.

premio pagano 3Prima della premiazione, anche un siparietto teatrale con lo spettacolo “La diversità nel pensiero di Federico II di Svevia”, per la regia del professor Rocco Franco. Un modo particolare per parlare di Federico II, re di questo territorio, e della sua lungimiranza nei rapporti con lo straniero. Anche per l’anno scolastico 2014-2015, l’Associazione per lo Sviluppo dell’Alto Jonio – Umberto Pagano” sarà in prima linea nel coinvolgere le scuole in quello che è sta ormai diventando un vero laboratorio di idee e progetti per la crescita del territorio.

Vincenzo La Camera

 

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *