Redazione Paese24.it

Albidona, in fiamme la campagna della frazione Cafaro

Albidona, in fiamme la campagna della frazione Cafaro
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Incendio di Albidona contrada CafaroContinua imperterrito l’assalto del fuoco nelle contrade dell’Alto Jonio e in questo triste rogo che rischia di desertificare ulteriormente il territorio il triste primato spetta finora ad Albodona dove il fuoco è stato ancora protagonista per tutta la giornata di ieri. Ad Albidona, dopo l’incendio sviluppatosi nell’impervia contrada Rungi nella quale anche a causa delle difficoltà di avvicinamento dei mezzi da terra il fuoco ha distrutto diversi ettari di pini e di macchia mediterranea, questa volta il fuoco ha preso d’assalto la frazione Cafaro, una zona più vicina al paese, popolata da una serie di case di campagna e molto cara agli albidonesi per la presenza di una chiesetta intitolata alla Madonna del Cafaro. Una zona dove molti albidonesi  hanno la casa di campagna, vi coltivano l’orto, la vigna e gli uliveti e dove i giovani vanno spesso a fare pic-nic per la presenza di molto verde.

Ed è proprio quel verde che ha preso di mira il fuoco distruggendone una bella fetta. L’incendio si è sviluppato nella mattinata di ieri e nonostante il tempestivo intervento dei Vigili del Fuoco Volontari di Trebisacce e delle squadre antincendio del Consorzio di Bonifica che si sono prodigati in tutti i modi con l’aiuto dei volontari e dei contadini della zona il fuoco, complici le temperature molto elevate, ha continuato ad imperversare per tutta la giornata di ieri distruggendo diversi ettari di boschi di pino d’Aleppo e minacciando molto da vicino le vigne, gli uliveti  e le stesse fattorie, tanto che i contadini hanno dovuto correre ai ripari spostando altrove i propri animali. Al calar della sera, nonostante non ci fosse un alito di vento, il fuoco non era stato ancora domato. Purtroppo i mezzi aerei non si sono visti, forse perché impegnati altrove. Segno evidente che la Calabria è tutta un braciere ardente.

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *